Come posso migliorare le prestazioni generali del sistema di Ubuntu?

335

Quali sono i tuoi consigli per migliorare le prestazioni generali del sistema su ubuntu? Ispirato da questa domanda mi sono reso conto che alcune impostazioni predefinite potrebbero essere piuttosto conservative su Ubuntu e che è possibile modificarlo con un rischio minimo o nullo se desideri renderlo più veloce.

Questo non è pensato per essere specifico per l'applicazione (ad esempio, rendere più veloce la pagina di caricamento di Firefox), ma a livello di sistema.

Preferibilmente 1 suggerimento per risposta, con abbastanza dettagli da consentire alle persone di implementarlo.

Un paio di miei sarebbe:

  • Installa Preload (tramite Software Center o sudo apt-get install preload );
  • Cambia Swappiness value - "che controlla il grado in cui il kernel preferisce scambiare quando tenta di liberare memoria" ;

Che cosa sono i tuoi?

PS: Dal momento che questo non è inteso per avere una risposta unica, ma piuttosto, diversi suggerimenti utili, sto rendendo questo wiki della comunità pronto all'uso.

    
posta Decio Lira 13.04.2017 - 14:24

40 risposte

1

AVANZATO, NON FARE SE NON SAI COSA STAI FACENDO

Compila il tuo kernel. link Potrebbero essere necessari alcuni tempo, quindi fai qualcos'altro mentre lo compili. Una volta che hai finito, installa i file e festeggia. Soprattutto se ottieni enormi miglioramenti di velocità. : D

    
risposta data user67416 31.05.2012 - 12:38
1

RAID per tutto!

(sto sperimentando un sacco di suggerimenti là fuori sulle prestazioni, in quanto il compito mi sta insegnando un sacco di cose, e secondo la richiesta nella domanda originale, farò un post separato per ciascuno).

Se hai più di una unità, puoi configurare RAID. I pro e i contro di diversi livelli RAID sono ben documentati dappertutto, quindi non ci andrò. Personalmente ho due dischi, quindi sto davvero scegliendo tra 0 e 1 (anche se mdadm può fare un modulo di 5 su solo due dischi, ma non l'ho provato). Dal momento che ci sono cose che possono andare storte con un computer - specialmente un portatile che ha un rischio maggiore di contrattempo fisico - che nessun livello RAID ti può salvare, e quindi hai bisogno di una strategia per affrontare i rischi che non dipendono dal RAID per salvare il bacon, (non ti salverà se sperimenterai un tweak sulle prestazioni che leggi su Internet e rende le cose non avviabili, ad esempio) Ho deciso di utilizzare RAID 0.

Il modo più semplice per fare questo per l'intero sistema è installare dall'ISO alternativo piuttosto che dal programma di installazione desktop che ti permette di avviare direttamente il CD / DVD / USB in Ubuntu.

Seleziona il parsing "Manuale". Dividi i tuoi dischi in modo da avere partizioni che userai su ogni disco. Per esempio. se hai due dischi e hai deciso di mettere da parte 100 GB per / home, allora devi mettere da parte 50 GB su ciascuno se si utilizza RAID 0, 100 GB su ciascuno se si utilizza RAID 1.

Seleziona "Configure Software Raid". Seleziona "Crea volume RAID" (o qualcosa di simile, non sto andando ad avviare il programma di installazione per controllare il testo). Scegli le partizioni che desideri nel tuo primo volume RAID, il tipo di RAID e creala. Ripeti finché non hai impostato tutti i volumi. (Non è necessario mettere il tuo swap su RAID, basta dare alle due o più partizioni di swap la stessa priorità in fstab e saranno usate insieme senza RAID).

Assegna filesystem e cosa è montato dove vuoi con qualsiasi installazione e via.

Un sacco di cose là fuori dice che puoi avere / boot solo su una partizione RAID 1 o non RAID. L'ho avuto su RAID 0 senza problemi, che potrebbe essere una questione di spostamento di Ubuntu, mosse di Linux o mosse del BIOS (e se è l'ultima, allora il tuo BIOS potrebbe non essere a posto con / boot su RAID 0) .

Il programma di installazione installerà Grub su tutte le tue unità. Questo dà il vantaggio che se qualcosa ferma l'avvio sul tuo "primo" drive smette di funzionare, puoi andare nel menu di avvio e avviare il secondo.

hdparm vede davvero che le cose sono state raddoppiate in velocità per me, e c'è sicuramente un percettibile aumento di velocità su molte cose. Ho scoperto nello sperimentare che la prima parte dell'avvio (dopo il menu di grub, quando il bianco è vuoto) sembra essere più lenta, la seconda parte deve essere più veloce (raramente il tempo di mostrare l'animazione ora) e l'uso dell'applicazione è più veloce - il il maggior aumento delle prestazioni di uno qualsiasi dei suggerimenti che ho provato finora.

    
risposta data Jon Hanna 02.08.2012 - 00:54
1

È possibile disinstallare alcune applet che non si utilizzano, disattivare il comando di esecuzione automatica per alcuni programmi (o ritardarne l'avvio automatico). Non dimenticare il pre-caricamento sudo apt-get install preload . Ciò velocizzerà notevolmente l'avvio del software che usi costantemente.

    
risposta data shardival 04.05.2013 - 11:31
1

*** Ciascuno dei parametri del kernel è in un formato field = value.

Ad esempio, il parametro kernel.threads-max = 16379 imposta il numero massimo di processi simultanei su 16.379.

Questo è più piccolo del numero massimo di PID univoci (65.536). La riduzione del numero di PID può migliorare le prestazioni su sistemi con CPU lente o poca RAM poiché riduce il numero di attività simultanee. Nei computer ad alte prestazioni con processori doppi, questo valore può essere elevato. Ad esempio, il mio iMac a 350 MHz è impostato su 2.048, il mio PC a 200 MHz a doppio processore è impostato su 1024 e il mio PC a doppio processore a 2,8 GHz è impostato su 16,379.

Suggerimento : il kernel configura il numero predefinito di thread in base alle risorse disponibili. L'installazione della stessa versione di Ubuntu su hardware diverso può impostare un valore diverso. Se hai bisogno di un sistema identico (per test, distribuzione critica o compatibilità sensibile), assicurati di impostare questo valore in modo esplicito.

Ci sono due modi per regolare i parametri del kernel.

Per prima cosa, puoi farlo dalla riga di comando. Ad esempio, sudo sysctl -w kernel.threads-max=16000 . Questo cambiamento ha effetto immediato ma non è permanente; se si riavvia, questo cambiamento andrà perso.

L'altro modo per fare una modifica al kernel è aggiungere il parametro al file /etc/sysctl.conf . Aggiungendo la riga kernel.threads-max=16000 la modifica diventerà effettiva al prossimo riavvio.

Di solito quando esegui l'ottimizzazione, per prima cosa usi sysctl –w . Se ti piace la modifica, puoi aggiungerla a /etc/sysctl.conf . L'utilizzo di sysctl –w ti consente di testare le modifiche. Nel caso in cui tutto si interrompa, puoi sempre riavviare il ripristino prima di confermare le modifiche su /etc/sysctl.conf .

*** L'ho imparato da questo articolo extreme tech .

    
risposta data myusuf3 13.09.2013 - 17:50
1

Utilizzo di localhost come nome host

Questo metodo potrebbe migliorare la velocità di avvio dell'applicazione.

nano /etc/hosts

127.0.0.1          localhost Ubuntu
127.0.1.1          Ubuntu

Nel fine della prima riga , aggiungi il nome host , che è il nome della seconda riga .

    
risposta data One Zero 13.09.2013 - 17:59
1

Trovo strano che nessuno abbia menzionato nulla su Unity. Unity è sicuramente qualcosa che si dovrebbe prendere in considerazione se il sistema deve funzionare più velocemente (non discuterò se Unity aumenti la produttività dell'utente, poiché questo è abbastanza soggettivo per molte persone).

Ho appena messo le mani su un dispositivo virtuale creato con VirtualBox con Ubuntu 14.04 con Unity in esso. Le impostazioni predefinite della macchina erano la memoria da 32 MB per i video, 2 GB per la RAM e il limite di prestazioni del 100% sulla CPU (è stata scelta una sola). Ovviamente la mia CPU è pessima (un i3 di 5-6 anni di Intel con 1.66GHz e due core). A causa dell'enorme quantità di RAM dedicata alla VM e della presenza di soli 3,8 GB di memoria fisica sul mio host, ho deciso di ridurlo a 512 MB. Era incredibile quanto fosse lento il sistema.

I requisiti minimi di sistema consigliati dati da Canonical sono uno scherzo. Non riesco a immaginare nessuno che lavori per niente in queste condizioni. Sì, si tratta di requisiti minimi , ma ciò che viene generalmente compreso è che il sistema è ancora utilizzabile in una laurea non suicida, ad eccezione del lavoro con applicazioni che richiedono molto di più. Il gestore delle finestre non dovrebbe porre una restrizione così grande sull'hardware utilizzato (Windows Vista chiunque?), Soprattutto dal momento che Canonical ha rimosso l'opzione Gnome 2 Classic al momento dell'accesso (attualmente esistono ovviamente delle alternative, che tuttavia non sono ufficialmente supportate da Canonical). L'aspetto è importante, soprattutto se seguiamo una delle regole più profonde nel design e nell'usabilità: "La forma segue la funzione". Non dovrebbe tuttavia fare ciò che Unity fa alle risorse del sistema. Consiglio vivamente di iniziare dalla riduzione dell'immaginazione pancy-pancy sul tuo sistema e la prima cosa da fare è sostituire Unity con LXDE, che sembra ottimo, offre molto spazio per la personalizzazione (Unity e personalizzazione - pfffff ...) ed è una bestia quando si tratta di un piccolo utilizzo della CPU e di un ingombro di memoria in miniatura combinato con la funzionalità che fornisce. La mia VM attualmente sta volando dopo un singolo passaggio di installazione di vanilla lxde:

$ sudo apt-get install lxde

Un modo molto più efficace è scegliere una delle varianti di Ubuntu come Lubuntu (LXDE) o Xubuntu (XFCE), che beneficiano del fatto che condividono gli stessi repository, aggiornamenti di sicurezza, patch ecc. con Ubuntu non succhiare la vita dalla tua macchina. Installare un altro gestore di finestre su Ubuntu (che di default è Unity) aiuta sicuramente molto, ma l'installazione predefinita di Ubuntu include anche una grande quantità di servizi e applicazioni con molte risorse (tutti?) Con alternative più leggere.

    
risposta data rbaleksandar 25.03.2015 - 13:56
1

Se si modificano i file video, configurare una configurazione RAID 0 rimossa per i file video. Ho notato un miglioramento significativo nella fluidità del video editing dopo averlo fatto.

link

Ovviamente avrai bisogno di un minimo di due dischi rigidi per fare questo, ed è più facile se sono separati dal disco su cui è acceso il sistema operativo (Se hai solo due dischi rigidi, come ho fatto io, puoi creare un mirroring , RAID 1, partizione di avvio e quindi una partizione RAID 0 per tutto il resto).

Si noti che poiché RAID 0 non fornisce tolleranza d'errore o ridondanza, l'errore di una unità causerà il fallimento dell'intero array; a causa della presenza di strisce di dati su tutti i dischi, l'errore si tradurrà in una perdita totale dei dati.

    
risposta data Bigwave 16.04.2016 - 08:20
0

Usa il file system EXT4

Aggiunta di noatime e nodiratime Modifica il file fstab

# nano /etc/fstab

Aggiungi scarto alle tue unità o partizioni SSD, dopo ext4

UUID=bef10b86-494d-41c6-aa46-af72cfba90fd / ext4 discard,noatime,nodiratime,errors=remount-ro 0 1

Disabilita ibernazione Modifica

# nano /usr/share/polkit-1/actions/org.freedesktop.upower.policy

Cerca

<allow_active>yes</allow_active>

Cambia da "si" a "no", ce ne sono due, uno per la sospensione e un altro per la sospensione. Se devi disabilitarli entrambi, assicurati di sostituirli entrambi da yes a no.

<allow_active>no</allow_active>

Tmpfs

Modifica il file fstab

# nano /etc/fstab

Aggiungi la riga alla fine del file fstab

tmpfs /tmp tmpfs defaults,noatime,mode=1777 0 0

Se i registri non sono importanti per te (laptop o desktop), puoi anche montare / var / log su

tmpfs. Add the line to the end of fstab file
tmpfs /var/log tmpfs defaults,noatime,mode=0755 0 0

precarico Per installare il precarico su Ubuntu, Linux Mint o sulle distribuzioni basate su Debian

# apt-get update && apt-get install preload

Per installare il preload su distribuzioni basate su Fedora, Centos o RedHat

# yum install preload

Swap e Swapiness Per modificare le impostazioni di swappiness:

$ su -
# nano /etc/sysctl.conf

E aggiungi questa linea nel file sysctl.conf.

vm.swappiness = 10

Puoi leggere di più su nam huy linux blog Come modificare e ottimizzare SSD per Ubuntu, Linux Mint link

    
risposta data Jimmy 05.11.2013 - 00:16
0

Le altre risposte dicono molto, già. Tuttavia, assicurati di utilizzare il driver della scheda video ottimale per il tuo sistema. Usare quello sbagliato può davvero rallentarlo. Il migliore per il mio sistema su Xubuntu 15.04 è quello precedente di Nvidia. La versione più recente e quella open source sono più lente con alcune applicazioni (come le app Tkinter e SciTE), o si bloccano nel mio computer.

Potrei raccomandare di non usare lightdm per bloccare lo schermo e così via, perché a meno che non lo abbiano risolto in questa nuova versione, è molto più lento andare a dormire e svegliarsi rispetto a quello che usavano. Questo potrebbe sembrare specifico del programma, ma a mio parere è molto più importante per un computer più veloce, in pratica.

Consiglierei di considerare l'hardware anziché le modifiche del software, dopo aver eseguito tutte le modifiche del software che è possibile gestire. Potresti prendere in considerazione un disco fisso allo stato solido.

Potresti anche considerare l'utilizzo di un gestore di finestre diverso.

    
risposta data Shule 21.05.2015 - 05:40
0

Un desktop che consiglio vivamente su Unity, o anche XFCE, è i3 . C'è un sito web per questo qui . Ho visto importanti miglioramenti nelle prestazioni, anche sul mio netbook con 1 GB di RAM.

    
risposta data Stanley 07.06.2015 - 17:30

Leggi altre domande sui tag