Quale software di virtualizzazione posso utilizzare?

12

Ho usato solo VMWare sul mio computer Windows 7, ma mi piacerebbe usare qualcosa su Ubuntu.

Quale software consiglieresti di creare altre macchine virtuali Linux e Windows?

    
posta Only Bolivian Here 09.05.2011 - 04:35
fonte

6 risposte

24

Puoi anche utilizzare VirtualBox , che è chiamato virtualbox-ose nei repository.

Dalla descrizione del pacchetto:

  

VirtualBox è una soluzione di virtualizzazione x86 gratuita che consente di eseguire un'ampia gamma di sistemi operativi x86 come Windows, DOS, BSD o Linux per l'esecuzione su un sistema Linux.

Se ti piace installare un sistema operativo che utilizza XServer 1.10 (es. Ubuntu 11.04) hai bisogno della versione Virtual Box & gt; = 4.0.6 disponibile sotto licenza GPL v2 per download o in un repository gestito da Oracle. Per il pieno supporto delle funzionalità, è inoltre necessario installare Aggiunte ospite . Per il supporto USB 2.0 o RDP, è possibile scaricare e installare l'Extension Pack. Ciò renderà Virtual Box closed source (versione PUEL).

    
risposta data user2432 09.05.2011 - 04:41
fonte
5

L'altra opzione è virt-manager che è una gui per kvm.

    
risposta data sagarchalise 09.05.2011 - 05:56
fonte
4

In precedenza ho usato VMware su Ubuntu / Fedora (e condiviso VM su Linux e Windows), per diversi anni, ma circa un anno fa ho completamente abbandonato VMware. È diventato troppo complicato per farlo funzionare dopo gli aggiornamenti del kernel. Ora uso VirtualBox ovunque (Winows, Ubuntu, MacOS X). (Nota: si presume che tu voglia utilizzare una soluzione di virtualizzazione gratuita e che tu non usi una delle varie versioni a pagamento di VMware.) Mi è piaciuta particolarmente la versione (a pagamento) di VMware Fusion per MacOSX ... ma ora uso anche VirtualBox anche lì ... e funziona perfettamente.

Ma torniamo a Linux: supponiamo che tu possa effettivamente far funzionare VMware su Linux - dopo aver scaricato patch di origine VMware di terze parti personalizzate, caricato su vari forum internet, quindi ricompilando alcuni bit di VMware per installarlo correttamente ... Beh, avrai ancora poche possibilità di ottenere il visualizzatore VMware (plugin per browser) per funzionare correttamente su Linux. Sembra che il problema richieda l'esecuzione di una versione precedente di Firefox. Puoi usare IE o possibilmente Firefox su Windows per "visualizzare" le tue VM in esecuzione su Linux, ma, sai, qual è il punto.

Per farla breve, le versioni gratuite di VMware non sembrano più supportate o mantenute, e questo è particolarmente evidente e amp; doloroso su Linux.

Tuttavia, non tutto è perduto ... Puoi prendere le tue immagini VMware esistenti e in realtà aprirle in VirtualBox senza convertire le immagini in VDI (..oppure, puoi convertirle in VDI se lo desideri anche tu.) ( Francamente, per le VM non Windows, è probabilmente altrettanto semplice creare una nuova immagine, poiché installare Linux da zero è così semplice: sono tutti gli altri software (database, ecc.) Che possono essere difficili da reinstallare, anche se .)

L'unico problema in cui mi sono imbattuto nell'aprire le mie immagini VMware in VirtualBox era che inizialmente avevo diviso le mie immagini VMware in file da 2 GB; questo non funzionerà aprendoli in VirtualBox. Ma puoi usare gli strumenti VMware per riconvertirli su un singolo disco, ad esempio:

c:/> vmware-vdiskmanager -r multipart.vmdk -t 0 single.vmdk

Quindi questo "single.vmdk" può essere designato come disco per la tua VM VirtualBox. Le probabilità sono che qualsiasi immagine di Windows dovrà essere nuovamente verificata come "originale"; è più facile farlo online quando si imposta la VM, supponendo che la rete funzioni. Penso che prima ho rimosso gli strumenti VMware dalla mia immagine, e poi ho installato i componenti aggiuntivi di VirtualBox sulla VM, e penso che sia stato fondamentalmente.

    
risposta data michael 09.05.2011 - 09:51
fonte
2

Nel caso in cui sei abituato a VMWare dal tuo computer Windows puoi eseguire VMWare Player sul tuo Scatola Ubuntu. Anche se sono d'accordo con le risposte precedenti che Virtual Box è un'ottima alternativa Open Source, non è necessario cambiare sistema. Questo è ancora più utile in quanto è possibile utilizzare le macchine virtuali preesistenti eseguendo anche VMWare Player in Ubuntu. Tuttavia, se si desidera creare nuove macchine, è necessario eseguire VMWare Workstation.

    
risposta data Takkat 09.05.2011 - 08:57
fonte
1

Nonostante i problemi di Michael con VMWARE lo raccomanderei assolutamente per una serie di motivi:

  • Sei abituato all'interfaccia
  • Funziona magnificamente con Ubuntu immediatamente, e anche gli aggiornamenti degli strumenti VM sono semplici.
  • Le tue VM esistenti funzioneranno solo

Anche io uso virtualbox, e direi che per la maggior parte degli scopi è altrettanto buono, ma dovrai impararlo.

    
risposta data Rory Alsop 09.05.2011 - 10:01
fonte
1

Per aggiungere all'elenco delle soluzioni c'è anche una versione Linux del Parallels Desktop commerciale

    
risposta data Takkat 09.05.2011 - 13:38
fonte

Leggi altre domande sui tag