Tempo massimo per il quale un PC Linux può essere UP? [chiuso]

12

In realtà avevo un sistema linux (con Ubuntu 12.04.3) per giorni senza riavvio. Ho riscontrato alcuni errori come il blocco del sonno e alcuni file system montati in rete che non sono stati montati in grado di eseguire il ping (verificato tramite altri PC, il supporto di rete funzionava correttamente).

Volevo verificare se Linux richiede anche il riavvio della macchina dopo un certo periodo di tempo per evitare questi tipi di errori weired che non sono ripetibili.

Qual è il tempo massimo in cui possiamo mantenere attivo il PC? Ci sono altri problemi che potrebbero verificarsi se abbiamo un sistema attivo per un anno o più senza riavvio?

    
posta pRAShANT 29.04.2015 - 12:48

10 risposte

35

Lavorando come amministratore di sistema, vedo i server Linux in funzione per oltre 700-800 giorni senza riavvio, quindi non ci sono limitazioni di tempo di attività; gli errori che hai non sono relativi a Linux (il kernel) stesso.

Molti servizi possono essere riavviati e la maggior parte degli errori può essere risolta sui sistemi di produzione.

    
risposta data user3417815 29.04.2015 - 14:13
16

Non è necessario riavviare il computer dopo un certo periodo di tempo. Ho fatto funzionare il mio per mesi (inclusi gli aggiornamenti del modulo del kernel) con alcune sospensioni (su RAM e disco) nel mezzo.

Ci sono occasioni in cui

  • è assolutamente necessario riavviare, come gli aggiornamenti del kernel (ma quelli non sono urgenti in molte situazioni, e in alcuni casi è possibile sostituire un kernel in esecuzione con uno nuovo su un sistema live. Vedi kexec e Ksplice )
  • potrebbe essere più facile riavviare l'intero sistema invece di solo un particolare (set di) sottosistema (i).

Potrebbero esserci alcuni problemi che "peggiorano" nel tempo (ad es. problemi dei driver hardware, processi che perdono), ma sono considerati bug e possono spesso essere corretti con un aggiornamento del software o aggirati da una ricarica / riavvio di quel particolare sottosistema (vedi anche sopra).

    
risposta data David Foerster 29.04.2015 - 13:32
7

Anche se sono certo che ci sono server con un tempo di attività più elevato, presento il seguente da uno dei miei come esempio di ciò che è possibile:

# uptime
04:58:44 up 2186 days, 23:15,  1 user,  load average: 0.02, 0.02, 0.00

Questo server è stato installato poco dopo il DC in cui è attivo e non è stato disattivato da allora. Finora ha continuato felicemente a fare ciò per cui era originariamente previsto e quando questo scopo viene spostato su un server diverso, metto qualcosa lì solo per monitorare il tempo di attività e probabilmente rimarrà in piedi fino a quando non posso giustificare il suo mantenimento più.

Quindi penso che "Non c'è massimo" è decisamente la risposta corretta.

    
risposta data Kaithar 30.04.2015 - 07:09
7

Non so se questo ha un impatto sulla stabilità del sistema, ma il tempo massimo di funzionamento mostrato in Ubuntu con il kernel 3.19-xx è 68,0962597349822 anni su una macchina a 32 bit e 292471208677,8627 anni su un computer a 64 bit.

Questo perché l'uptime corrente del sistema, che viene restituito da sysinfo() syscall, viene restituito come tipo __kernel_long_t , che è dichiarato come long in un kernel a 32-bit e come long long in un kernel a 64-bit ;

Un long su una macchina a 32 bit ha un valore massimo di 2147483647 ;

Un long long su una macchina a 64 bit ha un valore massimo di 9223372036854775807 ;

Fai i conti, 2147483647s = 68,0962597349822 anni e 9223372036854775807s = 292471208677,8627 anni.

Una volta che questo valore aumenta oltre la capacità del suo tipo, si verifica un overflow aritmetico ed è impostato sul valore più piccolo consentito dal suo tipo (in entrambi i casi un numero negativo): questo potrebbe essere un problema per i programmi che si basano su di esso.

    
risposta data kos 30.04.2015 - 03:21
6

Ero in una classe con un amministratore di sistema che sosteneva di avere un server Linux in esecuzione senza riavvii da oltre un decennio. Non esiste alcun motivo intrinseco per il riavvio regolare del sistema. È richiesto solo in istanze limitate come gli aggiornamenti del kernel.

FWIW, di solito esco dal mio computer di casa Windows. Di solito funziona bene per settimane senza riavviare.

    
risposta data Phillip 29.04.2015 - 20:00
4

Linux (il kernel) è molto bravo a liberare risorse quando i programmi escono. GNU / Linux, l'intero sistema operativo, generalmente funziona bene a tempo indeterminato. Riavviare i programmi dello spazio utente dopo averli aggiornati è generalmente una buona idea, e spesso il modo più semplice per ottenere tutto usando un glibc aggiornato è riavviare il sistema.

Su sistemi con bug dei driver (tipicamente bug dei driver grafici, tutto il resto è solitamente solido), a volte si ottiene un comportamento strano che diventa più strano se non si riavvia al più presto. Se vedi un OOPS del kernel nel tuo output di dmesg , dovresti riavviare non appena è conveniente, e segnalarlo (o google in giro per altre persone con problemi simili su hardware simile, nel caso si tratti di un problema noto). Le distribuzioni non spediscono le ultime versioni di sviluppo dello stack grafico, quindi a volte il bug è già stato corretto a monte e la tua scheda grafica è troppo nuova per i driver della versione di distribuzione che stai per essere stabile. In tal caso, cerca un PPA con build aggiornati di mesa / drm / xorg. (Non sono sicuro di quale sia la scelta migliore per eseguire Ubuntu con uno stack grafico sanguinante).

Ad ogni modo, escludendo il driver o altri bug del kernel, Linux può funzionare indefinitamente senza bisogno di riavviare per eliminare la frammentazione della memoria o qualcosa del genere.

Ho un router / firewall / mailserver / shell box Linux (P3 450MHz, da OCed a 500MHz) che normalmente registra tempi di attesa di centinaia di giorni. Riavvio solo per riorganizzare i cavi di alimentazione o per sostituire un alimentatore difettoso. Sta andando costante con la stessa CPU / RAM / hard disk per probabilmente 15 anni. Non ho mai dovuto riavviare "perché stava diventando instabile". È sempre stato per un motivo specifico, come l'interruzione dell'alimentazione, l'aggiornamento del kernel o l'interruzione dell'alimentazione e la batteria dell'UPS era quasi scarica (attivazione dello spegnimento automatico con apcupsd ).

Se il tuo sistema si comporta in modo strano, controlla dmesg per i problemi. Se è solo il tuo desktop, se hai appena installato alcuni aggiornamenti del pacchetto non-kernel, disconnetti / accedi (o riavvia, ma non devi). Ho trovato che Kubuntu 15.04 si imbatterà facilmente in problemi dopo gli aggiornamenti del pacchetto, penso a causa di incompatibilità binaria tra versioni aggiornate / non aggiornate della stessa libreria in esecuzione nello stesso binario. (Vedi discussione su questo bug ).

Il mio go-to per il controllo dei problemi hardware è quello di avviare memtest86 +. ( aptitude install memtest86+ ) Lascia che esegua un passaggio completo o esegua una notte. Ciò non garantisce un sistema stabile, dato che in questi giorni le cadute di tensione di alimentazione sui carichi di picco possono verificarsi con le CPU, e il memtest non lo escluderà. Né riuscirà a far funzionare la tua CPU, come Prime95.

    
risposta data Peter Cordes 30.04.2015 - 02:20
3

La mia macchina è stata riavviata solo oggi per la 15.04 dopo essere rimasta per 11 giorni senza errori strani che posso ricordare. Se stai facendo un lavoro pesante e lo sviluppo su un sistema, a volte può essere l'unica opzione per il riavvio, ma è sempre e solo per necessità.

    
risposta data Patrick 29.04.2015 - 13:08
1

Tecnicamente non ci sono limiti. devi solo impostarlo per non dormire o spegnerlo.

    
risposta data TheSuperMakuhita 29.04.2015 - 13:00
0

Non specifico per Unbuntu, ma ho un portatile vintage del 1997 (300 MHz, 288 MB di RAM) che esegue una distribuzione basata su Debian che ha avuto uptime di 60 giorni, mentre eseguiva un singolo programma (più materiale di sistema e conky) e non avviare e arrestare altri software tranne un terminale per caricare gli aggiornamenti settimanalmente. Alla fine, si è bloccato durante il caricamento degli aggiornamenti, a circa 63 giorni. Al contrario, il mio sistema desktop Kubuntu 14.04 si bloccherà nel blocco dello schermo dopo circa due settimane. Sono d'accordo con altre risposte; si tratta più del software che esegui e della frequenza con cui avvii e interrompi altri programmi rispetto a Linux in quanto tale.

    
risposta data Zeiss Ikon 29.04.2015 - 17:55
0

Personalmente non vorrei correre il mio laptop o PC per giorni senza riavviare o spegnerlo.

Semplicemente perché i componenti principali che generano calore possono accelerare l'usura del MB.

(Questo è se non si dispone del raffreddamento e della ventilazione adeguati)

    
risposta data Kingtoor 29.04.2015 - 18:26

Leggi altre domande sui tag