Come installare il software o l'aggiornamento da una vecchia versione non supportata?

352

Recentemente ho installato una versione precedente di Ubuntu sulla mia vecchia macchina. Ogni volta che cerco di installare qualsiasi software, ricevo un errore che dice che non è stato trovato:

$ sudo apt-get install vlc
Reading package lists... Done               
Building dependency tree       
Reading state information... Done    
E: Couldn't find package vlc
    
posta made_in_india 31.12.2011 - 19:29

9 risposte

488

I repository per versioni precedenti che non sono supportati (come 11.04, 11.10 e 13.04) vengono spostati su un server di archivio. Ci sono repository disponibili su link .

Il motivo è che ora è fuori supporto e non riceve più aggiornamenti e patch di sicurezza.

Ti esorto a considerare una distribuzione supportata. Se il tuo computer è troppo vecchio in termini di memoria o processore, dovresti prendere in considerazione una distribuzione come Lubuntu o Xubuntu.

Se vuoi continuare a utilizzare una versione obsoleta, modifica /etc/apt/sources.list e modifica archive.ubuntu.com e security.ubuntu.com a old-releases.ubuntu.com .

Puoi farlo con sed :

sudo sed -i -re 's/([a-z]{2}\.)?archive.ubuntu.com|security.ubuntu.com/old-releases.ubuntu.com/g' /etc/apt/sources.list

quindi aggiorna con:

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

A volte, potrebbe essere più veloce creare backup del sistema e reinstallare usando invece la versione supportata.

Fonte: Posso continuare ad usare Ubuntu 9.04 se è obsoleto?

Per eseguire l'aggiornamento a una nuova versione:

Dopo aver eseguito i passaggi precedenti per passare ai mirror delle versioni precedenti, aggiorna Gestione aggiornamenti e poi fai do-release-upgrade :

sudo apt-get update
sudo apt-get install update-manager-core
sudo do-release-upgrade

Vedi anche EOLUpgrades - Wiki della guida della comunità .

    
risposta data fossfreedom 31.12.2011 - 19:54
105

Che cosa sono gli errori 404

  

Il messaggio di errore 404 o non trovato è un codice di risposta standard HTTP   indicando che il client era in grado di comunicare con il server,   ma il server non è riuscito a trovare ciò che è stato richiesto.

     

Generalmente il server di hosting del sito web genera "404 - Page Not   Trovato "pagina web, quando gli utenti tentano di seguire un link interrotto o morto.

Perché stiamo affrontando errori 404

Ubuntu segue l'approccio di due diversi cicli di rilascio :

  

Le versioni normali di Ubuntu sono supportate per 9 mesi. Le versioni LTS sono supportate per 5 anni.

     

Le versioni precedenti potrebbero avere programmi di supporto diversi (ad esempio, le versioni normali (precedenti alla 13.04) erano supportate per 18 mesi, mentre le versioni LTS (precedenti alla 12.04) erano supportate per 3 anni sul desktop e 5 anni sul server).

EOL: una volta terminato il periodo di supporto per una determinata versione; si chiamano End Of Life (EOL) e tutti gli aggiornamenti e i repository di pacchetti per quella Release vengono trasferiti a un server diverso che genera 404 errori durante l'esecuzione di sudo apt-get update . Puoi confermare se il tuo rilascio è diventato EOL andando a questa pagina . Se la tua versione di Ubuntu è menzionata nella tabella "End Of Life (EOL)", la versione non è più supportata e dovresti provare ad aggiornare a versione più recente supportata . Tuttavia, se desideri continuare a utilizzare questa versione non supportata, dovresti apportare le necessarie modifiche in /etc/apt/sources.list per puntare al server old-releases di Ubuntu.

Passaggi per apportare le modifiche necessarie

  1. Apri il tuo terminale:

    • Premere Ctrl + Alt + T ; OR
    • Se hai Gnome: ApplicationsAccessoriesTerminal ; OR
    • Se hai Unity: premi Super (la chiave tra Left Ctrl e Left Alt ) e cerca Terminal .
  2. Esegui il seguente comando per accedere alla shell di root:

    sudo -i
    

    inserisci la tua password utente e premi Invio . Il prompt cambierà e indicherà che l'utente root è ora loggato. Qui esegui il seguente comando:

    gedit /etc/apt/sources.list
    
  3. Il file si aprirà in una nuova finestra di Gedit. Trova la prima riga che non inizia con # . Supponiamo che tu stia utilizzando Karmic Koala (Ubuntu 9.10): dovrebbe essere come la seguente riga:

    deb <siteurl> karmic main restricted
    

    dove, <siteurl> è il tuo server preferito - http://gb.archive.ubuntu.com/ubuntu nel tuo caso (per esempio).

  4. Premi Ctrl + H per sostituire <siteurl> con http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu .

    • Cerca: http://gb.archive.ubuntu.com/ubuntu ie; <siteurl>
    • Sostituisci con: http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu e
    • Premi Sostituisci tutto
  5. Ancora una volta:

    • Cerca: http://security.ubuntu.com/ubuntu (questo url esatto per tutte le versioni di Ubuntu - qualunque sia il server attuale che stai utilizzando)
    • Sostituisci con: http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu
    • Premi Sostituisci tutto
  6. Salva il tuo file ed esci da Gedit.

  7. Esegui il seguente comando per uscire dalla shell di root:

    logout
    

    Troverai che il prompt ritorna indietro per indicare che il tuo utente normale ora ha effettuato l'accesso. Quindi esegui la seguente procedura:

    sudo apt-get update
    

Ecco qua. No 404 errori questa volta. Ora puoi installare tutti i pacchetti disponibili per la tua versione di Ubuntu. Puoi anche eseguire sudo apt-get dist-upgrade per installare eventuali aggiornamenti di Security / Bug-fix che non sono stati ancora installati, ma non otterrai ulteriori aggiornamenti di Security / Bug-fix da Ubuntu.

    
risposta data Aditya 07.01.2013 - 00:02
54

La risposta breve è aggiungere il prossimo repository apt al software di terze parti (o altro software nelle versioni più recenti) in Sorgenti software (o Software e aggiornamenti nelle versioni più recenti):

deb http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu code_name main restricted universe multiverse

La lunga risposta ...

Metodo GUI

Bene, in realtà lo faremo senza utilizzare alcun terminale . Neanche una volta. Solo GUI, ti prometto; -)

Innanzitutto, apri Sorgenti software (o Software e aggiornamenti nelle versioni più recenti). Non importa quanti anni ha il tuo Ubuntu, c'è sicuramente qualcosa del genere. Per Ubuntu 9.04 (Jaunty Jackalope) guarda l'immagine successiva per vedere dove si trova:

Dopo Sorgenti software (o Software e aggiornamenti ) è aperto, vai in Software Ubuntu e Aggiornamenti schede e deseleziona come nelle prossime foto. Non hai più bisogno di queste cose da quando la tua versione di Ubuntu è End of Life :

Senza chiudere Sorgenti software (o Software e aggiornamenti ), vai in Software di terze parti (per le versioni più recenti questa scheda è denominata scheda Altro software ) e aggiungi un nuovo repository apt. Inserisci esattamente la riga successiva quando ti viene chiesto:

deb http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu jaunty main restricted universe multiverse

Se la tua versione di Ubuntu è diversa dalla 9.04, sostituisci la riga precedente jaunty con il tuo nome in codice Ubuntu (ad esempio se hai Ubuntu 9.10, sostituisci con karmic e così via):

Ora, quando chiuderai Sorgenti software (o Software e aggiornamenti ) ti verrà chiesto di ricaricare le informazioni sul software disponibile. Assicurati di disporre di una connessione Internet funzionante:

E ora sei libero di scaricare quasi quello che vuoi. Per 9.04 puoi usare Gestore pacchetti Synaptic . Per le versioni più recenti c'è Ubuntu Software Center .

Ad esempio, per installare VLC in Ubuntu 9.04 utilizzando Synaptic Package Manager, segui le istruzioni nelle seguenti immagini:

Se vuoi aggiornare Ubuntu a una nuova versione, vai su Sistema & gt; Gestore aggiornamenti :

Ho provato questo metodo da una sessione live di Ubuntu 9.04 (Jaunty Jackalope) e come potete vedere da queste immagini ha funzionato. Se ti trovi in ​​una sessione installata di Ubuntu ti verrà chiesto a volte la password di root o admin. Basta inserire la password personale dell'utente quando viene richiesto.

    
risposta data Radu Rădeanu 21.06.2013 - 13:24
17

Per fare in modo che apt-get funzioni di nuovo, modifica le sorgenti del software nei vecchi repository di rilascio.

gksudo gedit /etc/apt/sources.list

cancella tutto ciò che è lì dentro e incolla quanto segue:

# Required
deb http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu/ karmic main restricted universe multiverse
deb http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu/ karmic-updates main restricted universe multiverse
deb http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu/ karmic-security main restricted universe multiverse

# Optional
#deb http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu/ karmic-backports main restricted universe multiverse

Questo è tutto.

    
risposta data mikewhatever 13.04.2012 - 11:48
13

Sono arrivato da quando non sono riuscito ad aggiornare un sistema da 15.10 (EOL) a 16.04. Ma nessuna delle risposte ha funzionato per me ... anche dopo aver fatto tutto ciò che è stato suggerito qui ho continuato a ricevere da sudo do-release-upgrade la fastidiosa risposta:

Checking for a new Ubuntu release  
No new release found

E non ho avuto successo nell'esecuzione di update-manager ; continuava a lanciare eccezioni che non riuscivo a risolvere. Ho il sospetto che qualcosa sia danneggiato nella mia installazione 15.10, ma la linea di fondo è che gli aggiornamenti integrati falliscono.

Quindi ho cercato un metodo non incorporato, e abbastanza sicuro l'ho trovato guardando questa risposta .

Ecco la soluzione che ha funzionato per me:

  1. Apri link
  2. Individua la versione che desideri aggiornare. Nel mio caso è Xenial Xerus (supporto a lungo termine 16.04).
  3. Trova l'URL di UpgradeTool. Per xenial è questo . Scarica il tarball da quell'URL in una cartella vuota e aprilo ( tar -xzf o usando la GUI).
  4. Individua il file eseguibile con lo stesso nome della distribuzione (nel mio caso xenial ). Eseguilo con sudo :

    sudo ./xenial &

  5. Approva l'aggiornamento e attendi il completamento del download: ci sono migliaia di file e probabilmente oltre un Gigabyte. Procedi con l'installazione dell'aggiornamento ...

(Modificato molto tempo dopo che ho eseguito l'aggiornamento ... Ha avuto successo e ho dimenticato di aggiornare)

  1. Attendi fino al completamento, approva se richiesto ... Non ricordo i dettagli esatti

  2. Dopo il riavvio, la nuova versione viene eseguita correttamente e tutti gli aggiornamenti possono essere recuperati normalmente.

risposta data laugh 15.10.2016 - 14:19
10

Mentre la risposta fossfreedom fa un buon lavoro nel descrivere e risolvere il problema , I Ho trovato una soluzione alternativa che ritengo sia più semplice e un po 'più elegante.

Il trucco è aggiungere http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu/ come mirror e quindi dire a Sorgenti software di passare a quel mirror.

Per fare ciò, salva e modifica /usr/share/python-apt/templates/Ubuntu.mirrors . Scegli un percorso falso per il server delle vecchie versioni (ad esempio #LOC:US ) e aggiungi la seguente riga sotto:

#LOC:US
http://old-releases.ubuntu.com/ubuntu/

Ora apri la finestra di dialogo Sorgenti software del sistema e seleziona manualmente old-releases.ubuntu.com come se fosse il tuo mirror regionale. Dovresti trovarlo elencato nella posizione simulata che hai scelto nel passaggio precedente.

La prossima volta che ricarichi le informazioni sul pacchetto tramite Synaptic o Update Manager, dovresti vederlo recuperare con successo le informazioni aggiornate sui pacchetti.

    
risposta data Stuart Cook 19.06.2014 - 04:19
6

Sembra che i repository Karmic siano non più disponibili .

Dato che sono per una versione precedente di Ubuntu, potresti prendere in considerazione la possibilità di rimuoverli dal tuo elenco di fonti. Dai un'occhiata a questa pagina della guida per le istruzioni dettagliate.

    
risposta data tekNorah 31.12.2012 - 23:49
5

Puoi trovare i repository sotto il server "old-releases" link

E su come modificare il /etc/apt/sources.list link

    
risposta data gajdipajti 13.04.2012 - 11:45
1

C'è un caso limite - rivendicazioni apt-get 16.04 LTS non esiste - dove il vecchio pacchetto (Vivid, nel mio caso) non era sul server "old-releases". Ma apt-get poteva trovare solo aggiornamenti del kernel e di Google.

Non sono sicuro di quale sia esattamente il mio problema perché ho seguito ciecamente le risposte accettate sed comando (mai una mossa intelligente).

Questo non ha funzionato perché Vivid non si trovava nell'archivio "vecchie versioni" ma era ancora sul gb.archive.ubuntu.com mirror.

In quel caso specifico, la soluzione era la seguente:

sudo -i
edit /etc/apt/sources.list

Analizza attentamente tutte le fonti e scopri che una di esse era vecchia e sbagliata e non era stata correttamente aggiornata (o qualcosa del genere). Oppure, come ho fatto, la ricerca sostituisce da old-releases.ubuntu.com a gb.archive.ubuntu.com . Poi è stato aggiornato, senza problemi, alla prossima versione, mentre mi sono imbattuto in qualche lettura.

Quindi:

  1. Si è verificato un errore nelle mie fonti
  2. Il mirror gb.archive.unbuntu.com ha un set di versioni più vecchio.

Il takeaway qui è che, mentre la maggior parte delle risposte qui possono essere applicate in alcuni casi, si pagherebbe per essere sicuro che la tua /etc/apt/sources.list sia corretta prima di inviarla per l'archivio "old-releases".

Puoi capire quale archivio o il tuo mirror ha la versione che ti serve semplicemente puntando una scheda del browser nell'archivio e domanda e cercando il nome della tua versione nell'elenco delle cartelle. Qualunque sia la tua versione, è la fonte che devi usare.

    
risposta data Matthew Brown aka Lord Matt 05.06.2017 - 17:12

Leggi altre domande sui tag