Come posso migliorare la velocità di avvio?

60

Ho visto molti video che rendono Ubuntu più veloce, ma questi metodi rendono le prestazioni del desktop più veloci.

Sto cercando di far riavviare il mio computer più velocemente. È il loro qualcosa che posso fare per rendere l'avvio di Ubuntu molto più veloce?

    
posta jnut 29.10.2010 - 19:56

12 risposte

27

Generalmente, meno programmi hai caricato all'avvio, più veloce dovrebbe essere il tuo sistema. Prova BUM (dal centro del software) per disabilitare alcuni servizi non necessari e assicurati inoltre che non siano installati programmi non necessari che verranno caricati all'avvio. Infine, l'utilizzo di un'unità a stato solido (SSD) come dispositivo di avvio dovrebbe migliorare significativamente il boot.

Oh un'altra cosa, anche il tuo tipo di filesystem fa la differenza. EXT4 ha subito alcune regressioni di prestazioni (secondo phoronix), ma ho ancora trovato EXT4 ottimo per l'avvio rapido.

    
risposta data RolandiXor 29.10.2010 - 22:09
16

L'ho appena incontrato l'altro giorno. Il suo "e4rat" Istruzioni qui

Questa piccola app è fantastica.

Ho utilizzato un semplice AMD sempron con processore singolo in esecuzione a 2800+, che normalmente porta Natty a 1,45 minuti a 27,885 secondi.

Ho i grafici di avvio per dimostrarlo. È pazzesco!

    
risposta data Ringtail 27.03.2012 - 07:54
15

Passa da un'unità magnetica a un'unità a stato solido o a un dispositivo magnetico e amp; Unità ibrida a stato solido. Ciò renderà l'avvio del sistema operativo molto più veloce. Le unità ibride non sono molto più costose. Se non vuoi andare così lontano, prendi un disco rigido da 7200 o 10K RPM.

    
risposta data Jim McKeeth 30.10.2010 - 06:41
14

Migliorare il tempo di avvio è strettamente correlato alla disattivazione / gestione del servizio, ma le risposte correnti mancano di dettagli nella disabilitazione dei servizi che utilizza systemd .

Che cos'è systemd?

In breve, systemd è un gestore di sistemi e servizi per Linux, compatibile con gli script di inizializzazione SysV e LSB. Ulteriori informazioni su questo argomento possono essere lette dalla pagina del progetto ufficiale .

Verifica quali servizi richiedono più tempo

Utilizza il seguente comando per verificare quale servizio impiega la maggior parte del tempo

systemd-analyze blame

Disabilitazione dell'avvio automatico dei servizi durante l'avvio

Se si desidera disabilitare l'avvio automatico dei servizi durante l'avvio, è possibile utilizzare il seguente comando

sudo systemctl disable some-time-eater-service.service --now

Tuttavia, potresti voler vedere quali altri servizi necessitano del servizio in questione. Per controllare usa il seguente comando

systemctl list-dependencies some-time-eater-service.service --reverse

Nota: sostituisci some-time-eater-service.service con il nome del servizio effettivo come [email protected] .

Tieni presente che, disattivando l'avvio automatico, non viene reso un servizio non avviabile. Il servizio può essere avviato dopo l'avvio in caso di necessità. Se vuoi disabilitarlo completamente, leggi la prossima sezione

Disabilitazione completa dei servizi.

Se vuoi disabilitare completamente un servizio in modo che non possa essere avviato, dovresti usare mask invece di disabilitare. In questo modo

sudo systemctl mask <SERVICE-NAME>

Sostituisci <SERVICE-NAME> con il nome effettivo di un servizio

La differenza tra mask e disable è mask rende un servizio completamente disabilitato, non puoi avviarlo. Devi unmask per avviarlo con systemd (puoi ancora iniziare con service ). Ma disable semplicemente disabilita l'avvio automatico di un servizio, puoi avviarlo più tardi.

Ad esempio, dopo aver mascherato il mio servizio [email protected] , quando volevo avviarlo con systemctl viene mostrato il seguente messaggio

Failed to start [email protected]: Unit [email protected] is masked.

Strumento GUI

Uno strumento GUI che trovo particolarmente interessante è systemd-manager , è ancora in fase di sviluppo e non è stato creato come percorso verso il repository ufficiale di Ubuntu. Tuttavia, puoi installarlo molto facilmente dalla pagina github di Systemd-Manager . Le versioni contengono un pacchetto .deb, che è molto facile da installare. Però è necessario GTK-3.16 o superiore.

Una volta scaricato e installato, puoi avviarlo con il comando systemd-manager . Avvia.

L'applicazione ha due viste principali. Uno è Unità Systemd e l'altro è Analizza Systemd . Puoi cambiarlo con l'etichetta nell'angolo in alto a sinistra. Vedi lo screenshot.

E ci sono tre tipi di unità che puoi gestire. Servcies , Sockets e Timers . Puoi passare da una all'altra. Vedi lo screenshot.

Visualizzazione delle informazioni

Le tre schede principali sono File , Diario , Dipendenze .

  • File è il file di configurazione dell'unità selezionata.
  • Journal è l'output del sistema live durante l'attivazione / disattivazione / avvio / arresto di unità
  • Le dipendenze mostrano quali altri servizi o unità devono essere abilitati per avviare un servizio selezionato.

Indicatori di stato

Ci sono due colonne accanto al nome delle unità per indicare lo stato. Quello a sinistra indica se l'unità è abilitata all'avvio e quella a destra indica se quella unità è attualmente in esecuzione. Guardali in foto.

Interruttori di controllo

Per toogle abilitato all'avvio o stato di esecuzione, ci sono due pulsanti di toogle nell'angolo in alto a destra. Abilitato significa che le unità verranno avviate e avviate. Guardali in foto.

La vista completa dell'applicazione è mostrata sotto

Spero che questo ti sia d'aiuto. Ho beneficiato di altre risposte su systemd, ma avevo davvero bisogno di raccogliere le informazioni in un unico posto.

Ulteriori informazioni :

Per saperne di più su systemd puoi visitare questi link:

  • Trovo che il Wiki di ArchLinux sia particolarmente ricco. Puoi visualizzarlo qui link
  • E il sito web ufficiale: link

    Altri suggerimenti

Altre risposte hanno suggerimenti diversi. Compreso l'acquisto di SSD, l'aumento della RAM ecc.Se puoi permetterti, quelli ti aiuteranno sicuramente, in particolare il suggerimento SSD.

    
risposta data Anwar 06.08.2016 - 17:14
13

Presumo che tu stia parlando di Ubuntu 11.04? Lo sto provando da parecchio tempo ormai, senza molto successo. Ad ogni modo, questi passaggi hanno fatto una differenza di pochi secondi:

1. Rimozione dei pacchetti non necessari

apt-get purge brltty brltty-x11 foo2zjs min12xxw ttf-indic-fonts-core ttf-kacst-one ttf-khmeros-core ttf-lao ttf-punjabi-fonts ttf-unfonts-core

2. Utilizzo di entrambi i core / CPU durante il processo di avvio

FARE SOLO QUESTO SE SEI SICURO CHE IL TUO COMPUTER ABBIA MOLTEPLICI CPU / CORI!
Apri /etc/init.d/rc (avrai bisogno dei privilegi di root) e sostituisci CONCURRENCY=none di CONCURRENCY=shell . Quindi salva il file.

Aggiornamento

  

"CONCURRENCY = la shell è ora obsoleta ed è alterata in" makefile ".   2010-05-14 il default è stato 'makefile'. " ~ Jonathon

3. Disabilitare i daemon non necessari

Questo è un po 'più avanzato, quindi meglio non farlo se non sai cosa significa. Installa bum e avvialo con i privilegi di root. Quindi, deseleziona le caselle di fronte ai demoni di cui sei sicuro di non aver bisogno. Ad esempio, quando non hai uno scanner, puoi disabilitare saned . E se non usi mai il bluetooth, puoi anche disabilitare bluetooth .
Quando hai finito, premi il pulsante Applica e fai clic su si o no (non importa molto).

Dopo aver completato questi passaggi, riavvia due volte . Per qualche ragione, il primo riavvio dopo aver cambiato tutte queste opzioni richiede molto più tempo delle altre, ma dovresti notare alcune differenze durante il secondo riavvio.

    
risposta data RobinJ 28.08.2011 - 10:25
7

Usa bootchart per produrre grafici dettagliati di ciò che richiede tempo durante l'avvio. Potrebbe aiutare a decidere cosa modificare o rimuovere. Dal link :

  • Installa i pacchetti bootchart e pybootchartgui , tramite apt-get o Synaptic
  • Riavvia il computer
  • Il bootchart si trova in / var / log / bootchart come file .png
risposta data David Andersson 28.08.2011 - 17:11
3

La mia macchina è stata avviata più rapidamente se ho fatto un'installazione alternativa e aggiunto i pacchetti della GUI manualmente. Certo, toglie semplicemente le cose di cui non ho bisogno che sono capace di aggiungere me stesso. Se hai intenzione di tornare con "come faccio a compilare / installare app X, Y e Z", questa potrebbe non essere una buona idea.

    
risposta data RobotHumans 05.02.2011 - 02:06
3

Sostituire il tuo hard disk con un SSD è probabilmente l'unico metodo pratico. Esempio:

link

Il tempo sembra un po 'eccessivo ma non hai postato alcun dettaglio.

    
risposta data Steve-o 28.08.2011 - 10:09
2

Per gli altri che stanno lottando con questo, basta installare BUM e avviarlo è un utente root (fai attenzione ad usare gksudo invece del normale sudo). Quindi deseleziona il servizio che vuoi disabilitare (ho disabilitato Apache2, demone PostGreSQL, MySQL, virtual box et al) e basta! Puoi eliminare completamente il servizio se non lo vuoi, ma disabilitarlo è più che sufficiente.

sudo apt-get install bum

    
risposta data Stefano Mtangoo 16.10.2011 - 14:46
1

Garbagecollector ha ragione. Procedi con cautela. Ma alcuni dei programmi che puoi tranquillamente disabilitare sono le utility di popping e-mail come Evolution, specialmente se non utilizzi Evolution in un primo momento. Inoltre, qualsiasi cosa relativa alla stampa può essere disabilitata se non si stampa affatto. Lo stesso vale per la connessione wireless se si è connessi.

    
risposta data jfmessier 29.10.2010 - 21:28
1

Prova a modificare il file "/ etc / default / grub", come indicato dalla maggior parte dei blog. Probabilmente lo sai. Prima aggiungi la parola "profilo", quindi riavvia, quindi rimuovi "profilo", quindi riavvia di nuovo ... migliora davvero la velocità di avvio. Ecco un esempio: link

    
risposta data Xamidovic 06.04.2012 - 15:16
1

Modifica 25.10.2016: Se non utilizzi la sospensione perché non puoi o preferisci sospendere / S3, puoi disabilitarla in Grub aggiungendo noresume a GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT in /etc/default/grub ed esegui% codice%. Ecco un esempio su un Chromebook N22 con GalliumOS:

[email protected]:~$ systemd-analyze
Startup finished in 8.580s (kernel) + 4.160s (userspace) = 12.740s

[email protected]:~$ systemd-analyze
Startup finished in 3.595s (kernel) + 4.254s (userspace) = 7.850s

L'ho trovato perché ero curioso della parte "Running scripts local-premount" durante l'avvio e ho studiato un po 'in initramfs che mi ha portato a questa opzione che in precedenza avevo usato solo quando il mio sistema non riusciva a riattivarsi dalla modalità di sospensione.

Modifica 06.08.2016: È necessario eseguire l'aggiornamento a una versione recente della distribuzione Linux fornita con systemd.

Ingredienti:

  • Ottieni un sistema UEFI con codice UEFI senza sbavature o Coreboot
  • Ottieni un SSD
  • Installa Ubuntu in modalità UEFI
  • Bonus: comprimi initramfs con xz lzop e includi solo i moduli necessari. (Dovresti davvero sapere cosa stai facendo prima di tentare di farlo.)
  • Bonus: rimuovi i daemon non necessari o configuralo per avviarli più velocemente. Anche se l'installazione predefinita è già abbastanza buona.
    • Esempio: il lavoro di init di btrfs che sta cercando i pool da montare mentre non ci sono volumi btrfs su questo dispositivo. Questo mi ha fatto rimuovere btrfs-tools da alcune delle mie installazioni.

Devo dire che 32 secondi sono effettivamente abbastanza buoni. Non diventerà molto più veloce con l'hardware tradizionale. Il mio nuovo Lenovo T530 richiede la stessa quantità di tempo per l'avvio in modalità legacy. Con il nuovo micro SSD che ho installato di recente e Ubuntu in modalità UEFI, sono passati 15 secondi dalla pressione del pulsante di accensione per accedere. Si sente ancora come se stesse sprecando 5 secondi durante il post, ma non è assolutamente inutile perdere tempo a partire dal sistema operativo attuale. Il micro SSD ha una velocità di trasferimento di 280 MB / s, potrebbe essere un SSD da 500 MB / s che potrebbe arrivare a 7 secondi. Ma spetta davvero ai produttori ridurre il tempo di avvio pre OS (POST e cosa no).

Per quanto riguarda il profilo di avvio e la concorrenza della shell. Quelle informazioni possono essere viste come datate o alla fine miti. Ricordo che il profilo di avvio automatico o qualcosa che rendeva assolutamente superfluo il boot profile era stato aggiunto a Linux o al sistema principale anni fa, da allora non usavo più il boot profiling dopo l'installazione di un nuovo pacchetto del kernel. Si dice che l'impostazione della shell shell rompa le cose, ma con Systemd e Upstart dovrebbe essere superfluo e non dovrebbe avere alcun effetto positivo.

    
risposta data LiveWireBT 16.07.2012 - 11:17

Leggi altre domande sui tag