Creazione di dispositivi a blocchi per la distribuzione di openstack utilizzando MAAS e juju (distribuzione di nova-volume)

7

Attualmente sto cercando di ottenere una distribuzione openstack funzionante utilizzando MAAS con 9 nodi e juju. Per fare questo ho trovato questa guida , lavorando con Ubuntu 12.04 LTS e l'ho seguito nel miglior modo possibile.

Dopo una lunga serie di tentativi ed errori, sono finalmente arrivato al punto in cui dovrei distribuire il volume nova usando il file di configurazione "personalizzato". Tuttavia, quando il mio nodo viene avviato e viene visualizzato come in esecuzione nel rapporto juju status , il servizio segnala che l'installazione non è riuscita. A proposito, sto cercando di installare con juju jitsu. Penso che abbia qualcosa a che fare con la seguente dichiarazione nel file openstack.cfg :

nova-volume:
# This must be a free block device that is writable on the nova-volume host.
block-device: "xvdb"
overwrite: "true"

Ho fatto qualche ricerca e ho scoperto che (almeno credo) si tratta di un dispositivo / unità virtuale Xen e, poiché il dispositivo non è presente sul nodo su cui viene distribuito, l'installazione non riesce. Quello che non capisco è come dovrei avere un tale dispositivo di blocco disponibile su una macchina che è stata completamente gestita da MAAS. Qualcuno qui ha qualche esperienza con questo e sa di un modo per risolvere questo o mi manca qualcosa di grande qui. Qualche tipo di collegamento mancante tra il MAAS e un host XEN separato? Il mio server MAAS utilizza il server Ubuntu 12.04LTS.

    
posta Tom Van Hoof 29.11.2012 - 18:11

1 risposta

3

È possibile impostare il dispositivo a blocchi come percorso file. Se guardi il readme di charm nova-volume qui: link

Puoi vedere che puoi impostare il dispositivo a blocco su / percorso / su / file [| dimensione]

Quindi, puoi configurare il tuo file openstack.cfg con qualcosa del tipo:

nova-volume:
    # This must be a free block device that is writable on the nova-volume host.
    block-device: "/var/lib/nova-volume/volume-1.img|100G"
    overwrite: "true"

Questo evita la necessità di avere un dispositivo hardware separato, ma ovviamente non è l'ideale per un ambiente di produzione ad alte prestazioni.

    
risposta data Darryl Weaver 30.11.2012 - 02:58

Leggi altre domande sui tag