Come recuperare i file cancellati?

115

Ci sono strumenti, metodi, incantesimi per recuperare file cancellati di recente su Ubuntu?

Se fa alcuna differenza, voglio recuperare un Keepass file di database 2.x. Ma sarebbe meglio avere un metodo / strumento che funzioni su qualsiasi tipo di file.

    
posta Decio Lira 09.09.2010 - 03:40
fonte

11 risposte

60

TestDisk a volte può recuperare i file eliminati di recente.

    
risposta data vh1 09.09.2010 - 08:05
fonte
25

Ho usato prima per recuperare il disco rigido danneggiato sia sotto NTFS (Windows), FAT32 (scheda Flash da un telefono Nokia) e ext3 con ottimi risultati. Solo riga di comando, ma è abbastanza semplice, qualcosa del genere:

sudo foremost -i /dev/sda -o <dir where recovered files will be stored>

Ordinerà i file recuperati nelle cartelle per tipo di file. I documenti OpenOffice sono recuperati come file zip. Poiché è necessario eseguirlo come root (per accedere direttamente all'hardware), i file di output sono anche di proprietà di root, quindi in seguito sarà necessario cambiarne la proprietà.

    
risposta data Javier Rivera 09.09.2010 - 09:15
fonte
25

extundelete è davvero eccezionale se il tuo file system è ext3 o ext4.

Nota : extundelete richiede di smontare l'unità per funzionare correttamente (è comunque una buona idea fare ASAP in ogni caso, per evitare potenzialmente di sovrascrivere i byte sperabilmente recuperabili nei file eliminati).

Smontare l'unità su un sistema live può essere complicato ... spesso riceverai il messaggio ' device is busy '. Per cancellare questo 'correttamente' è necessario arrestare tutti i processi che accedono al file system. Ma ... probabilmente stavi lavorando nella tua home directory e un milione di processi sono stati inseriti nella tua home directory, quindi buona fortuna.

Il trucco per aggirare questo problema è eseguire un smontaggio "pigro":

$ mount
/dev/sda7 on /home type ext4 (rw)
$ sudo umount -l /home

dove:

  • questo esempio è per me che mi sto preparando il mio supporto /home da usare con extundelete. Ovviamente è necessario sostituire /home con il mount di interesse
  • Ho fatto prima il comando mount per capire quale dispositivo ( /dev/sda7 ) ho bisogno di passare a extundelete (l'output è troncato per brevità)
  • che è una lettera minuscola L nell'opzione -l
risposta data Russ 07.07.2011 - 00:18
fonte
12

Se hai cancellato qualche file per sbaglio, ma conosci ancora alcune stringhe che sono state scritte in quel file puoi usare:

grep -a -B 25 -A 100 'containing string' /dev/sda1 > result.txt
    
risposta data NewProggie 09.09.2010 - 13:39
fonte
11

Per recuperare la directory puoi usare extundelete

  1. Installa extundelete

    sudo apt-get install extundelete
    
  2. Comando da ripristinare

    sudo extundelete --restore-directory /home/Documents/ /dev/sda1
    

Nota : al posto di dev/sda1 inserisci il nome della partizione del disco rigido.

/home/Documents/ è il percorso verso la directory eliminata.

    
risposta data Aatish Sai 23.02.2014 - 16:01
fonte
9

R-Linux (Studio di recupero) è uno dei migliori. Ho usato questo strumento molte volte prima. Ho lavorato in un'azienda dove hanno usato la versione commerciale, 9/10 volte recupera tutto ciò che vuoi. Applicazione veramente superba. Ho salvato il mio e gli amici alle spalle molte volte prima.

  

R-Linux è un'utilità di recupero file gratuita per Ext2 / Ext3 / Ext4 FS   file system utilizzato nel SO Linux e diversi Unix. R-Linux usa il   stessa tecnologia InteligentScan come R-Studio e parametro flessibile   impostazioni per fornire il recupero file più veloce e affidabile per   la piattaforma Linux. Tuttavia, a differenza di R-Studio, R-Linux non può essere ripristinato   dati sulla rete o ricostruisci RAID o fornisci copia dell'oggetto.

Funzioni (dal loro sito Web):

File di ripristino R-Linux :

  • Rimosso da attacchi di virus, interruzione di corrente o arresto anomalo del sistema;
  • Dopo che la partizione con i file è stata riformattata, danneggiata o eliminata;
  • Quando la struttura della partizione su un disco è stata modificata o danneggiata. In questo caso, R-Linux può eseguire la scansione del disco cercando di trovare partizioni già esistenti e ripristinare i file dalle partizioni trovate.
  • Da dischi con settori danneggiati. In questo caso, R-Linux può prima copiare l'intero disco o la sua parte in un file immagine e quindi elaborare il file immagine. Ciò è particolarmente utile quando i nuovi settori danneggiati vengono costantemente visualizzati sul disco e le informazioni rimanenti devono essere immediatamente salvate.

R-Linux Funzioni avanzate :

  • Standard "Windows Explorer" - interfaccia di stile.
  • Sistema operativo host:
    • Variante Linux: Linux, kernel 2.6 e successivi
    • Variante Windows: Win2000, XP, 2003, Vista, Windows 7, Windows 8
  • Sistemi di file supportati: Ext2 / Ext3 / Ext4 FS (solo Linux).
  • Riconoscimento e analisi Dinamico (Windows 2000 / XP / Vista / Win7), schema di layout di partizioni di base, GPT e BSD (UNIX) e Mappa di partizione Apple . Sono supportate le partizioni dinamiche su GPT e le partizioni dinamiche su MBR.

  • Crea file immagine per un intero disco rigido, disco logico o sua parte. Tali file di immagine possono essere elaborati come normali dischi. Le immagini possono essere semplici copie di oggetti esatti (Immagini semplici) compatibili con le vecchie versioni di R-Linux, o immagini compresse che possono essere compresse, suddivise in più parti e protette da password. Tali immagini sono pienamente compatibili con le immagini create da R-Drive Image, ma incompatibili con le vecchie versioni di R-Linux.

  • Riconosce i nomi localizzati.

  • I file recuperati possono essere salvati su qualsiasi disco (incluso di rete) accessibile dal sistema operativo host.
risposta data blade19899 09.10.2014 - 10:10
fonte
6

Se si utilizza l'HD interno secondario (sospetto lo stesso per l'HD esterno) per l'importazione dei file recuperati (dall'HD principale, in cui i file erano originariamente), è necessario creare una directory, in cui i file verranno inseriti nell'HD secondario . Per farlo, è necessario avere le impostazioni del BIOS per l'avvio da CD prima! 1. Avviare Live CD Ubuntu Rescue-Remix, dare il comando per l'avvio, quindi quando si avvia nel terminale, controllare i dischi rigidi tramite comando - Codice: sudo fdisk -l

Comprendi cosa è l'HD principale, e quale è secondario, e quale partizione controllare per i file e in cui recuperarli - linux ext3 o Windows NTFS! Il mio era Linux. Abbia abbastanza spazio! (Quindi puoi provare a eseguire Photorec ("sudo photorec") e spero che tu possa vedere tutti i tuoi HD. Non ero così fortunato, quindi ho dovuto creare directory e mount sec. HD.)

  1. Crea prima la directory per i file recuperati, ad es. - media / disco. Dare comando - Codice: sudo mkdir /media/disk

Se va bene, il prompt del terminale restituisce semplicemente.

  1. Devi montare l'HD secondario, altrimenti sarà invisibile, anche se "sudo fdisk -l" lo mostra. Dare il comando per il tuo HD secondario - Codice: sudo mount -t ext3 /dev/sdb2 /media/disk

Se va bene, il prompt del terminale restituisce semplicemente.

  1. Esegui Photorec tramite comando - Codice:

    sudo photorec

Vai alle impostazioni e scegli solo i tipi di file che desideri, altrimenti avrai migliaia di file da setacciare!

Per maggiori dettagli si prega di visitare: http: /www..ubuntumanual.org/posts/357/recover-your-deleted-files-in-ubuntu

    
risposta data Abhilash 02.07.2011 - 13:23
fonte
5

Prova Scalpel

sudo apt-get install scalpel

per maggiori informazioni

  

bisturi uomo

    
risposta data Rojan 09.09.2010 - 04:13
fonte
3

L'autopsia e gli strumenti Sleuthkit sono ottimi per il recupero di file cancellati, con un'interfaccia utente user-friendly, oltre ad essere disponibili nei repository.

    
risposta data nathwill 12.10.2010 - 05:24
fonte
1

Recentemente ho usato ext3grep per recuperare un grande file SQLite 3 che è stato cancellato da un file system ext3.

Ho provato molti altri strumenti di recupero, tutti i quali non sono riusciti a recuperare il file (da un'immagine dd del disco).

Per poter usare ext3grep, avevo bisogno di scaricare e compilare il sorgente. Leggendo attentamente link da cima a fondo per capire come funziona il file system ext3 e come usare anche il diario per trovare dove erano usati i file cancellati sul disco.

Questa non è una soluzione semplice, ma molto, molto potente. Se sei disposto a investire qualche ora per studiare il documento e compilare il programma, ne vale la pena.

    
risposta data Stacey Richards 23.09.2010 - 10:00
fonte
0

Installa bisturi

sudo apt-get install scalpel

Modifica il file scalpel.conf e decommenta i tipi di file che vuoi recuperare. Crea una cartella vuota (es: recovered_data) Trova la partizione dei tuoi dati. Puoi usare lsblk per ottenere la mappa delle partizioni.

sudo lsblk

Esegui un bisturi (si supponga che i dati fossero in sda1)

sudo scalpel -o recovered_data/ /dev/sda1
    
risposta data Kasun 10.04.2018 - 11:21
fonte

Leggi altre domande sui tag