Frustrato con Ubuntu e SoftwareRaid 5

4

Sono un neofita di Ubuntu, ma finora non ho avuto fortuna ad installare un software RAID5 con Ubuntu. Ho già installato Ubuntu Server 11.04 circa 3 volte. Ho seguito le istruzioni raid software qui al meglio delle mie capacità, anche se gli schermi sono diversi. Non ho usato un RAID 1 per la mia partizione di avvio su ciascuna unità ... è necessario?

Ad ogni modo, ho avuto errori nelle installazioni precedenti, ma sono riuscito a completare l'intera installazione con 3 unità, una piccola partizione avviabile su ciascuna (sda / b / c1?), una partizione di swap su ciascuna (sda / b / c3), e quindi una grande partizione montata su / per il mio RAID 5 (sda / b / c2). La fase di installazione finale sembra che tutto funzioni correttamente perché Ubuntu dice che sta installando GRUB in / dev / sda1 tramite / dev / sdc1, ma quando provo ad avviare per la prima volta, dice immediatamente "errore: nessun disco GRUB di recupero e gt ;".

Sono stato in grado di accedere utilizzando LiveCD e provare a caricare Grub, ma non ho avuto fortuna anche lì. Se apro-get grub ed eseguo e rilascia find /boot/grub/stage1 , dice che non viene trovato nulla. Cosa sto sbagliando, come arrivo ad un Raid5 funzionante?

    
posta Ed B 21.05.2011 - 08:24

2 risposte

1

I did not use a RAID 1 for my boot partition on each drive...is that a must?

Nelle istruzioni immediatamente sotto la prima immagine della sezione di installazione, c'è un avvertimento in grassetto che afferma:

Attenzione: il filesystem / boot non può usare nessun livello di softRAID diverso da 1

Suppongo che questo sia il punto in cui le cose potrebbero andare storte.

Questo è uno dei motivi per cui rimango ai controller RAID hardware rispetto al software: meno possibilità di errori degli utenti, minori possibilità di danneggiamento, ecc.):

    
risposta data Jason 24.05.2011 - 01:39
1

Il RAID del software è fantastico una volta che lo fai andare. Significa anche che puoi spostare i tuoi dischi su un altro server che non ha la stessa scheda RAID hardware.

Perché non imposti i tuoi dischi come segue.

Ogni disco riceve 3 partizioni, una piccola partizione "scratch" da 10 GB che non viene mai utilizzata, una partizione da 30 GB per Ubuntu RAID1 e per la terza partizione utilizza circa il 99% del resto del disco, lasciando una piccola quantità di spazio libero. La terza partizione verrà utilizzata per configurare RAID5 dopo aver installato Ubuntu.

Fai in modo che TUTTI i tuoi dischi abbiano la stessa configurazione della partizione (usa sfdisk per copiare il layout della partizione avviando il CD di Ubuntu Rescue Remix o altra immagine del CD live). Puoi disabilitare il RAID quando stai facendo questa copia altrimenti il ​​CD live trova il RAID e lo rende attivo; può essere un problema smontare e quindi disabilitare l'array mdX RAID).

Ecco la logica per questo:

  • La prima partizione "scratch" è presente nel caso in cui si stia eseguendo il ripristino e sia necessario un FS temporaneo per il ripristino (e.f. log di ripristino di ddrescue). Oppure puoi installare un nuovo SO su di esso, se lo desideri.

  • La seconda partizione è RAID 1 per Ubuntu. Configura / = 2 GB, / usr = 6 GB, / var = 3 GB, / home = 3 GB, / tmp = 10 GB (/ tmp può essere più piccolo ma 10 GB consente 1 immagine DVD completa da 8 GB + alcuni di riserva)

  • I vari filesystem fungono da "firewall" nel caso in cui qualcosa riempia un FS, è più facile da recuperare e potrebbe non causare il crash del sistema.

  • È possibile installare LVM anche su questa partizione RAID per una maggiore flessibilità. Grub2 si avvierà da LVM su RAID1. Sto usando questo. Con LVM hai impostato LV (volumi logici) per ogni file system.

  • Non è necessario un file system separato / di avvio. Ciò complica semplicemente le cose!

  • LVM offre flessibilità in quanto è possibile estendere facilmente un filesystem o persino migrarlo su una nuova unità mentre il sistema continua a funzionare.

  • Una volta installato Ubuntu su RAID1, imposta RAID 5 sugli altri dischi.

  • È possibile avviare il CD di Ubuntu Rescue Remix e utilizzare "sfdisk" per copiare piacevolmente le partizioni del disco da una all'altra. Meglio di dd 'cos mantiene la geometria e le dimensioni del disco originale ecc.

  • Non utilizzare fino al 100% dello spazio libero sull'unità per RAID5. Conserva 1 GB in memoria in modo che sia esaurito alla fine del disco. I futuri acquisti di unità da diversi produttori di unità potrebbero essere inferiori di 10 MB rispetto a quelli di "stesse dimensioni". RAID quindi non verrà configurato.

  • Utilizza una "bitmap di intento" per i tuoi dispositivi RAID. Ciò significa che se si verifica un arresto anomalo, solo i blocchi scritti di recente vengono risincronizzati.

  • imposta bootdegraded = true nei parametri di avvio di Grub2 (in / etc / default / grub)

  • Non dimenticare di eseguire grub-install / dev / sdb e / dev / sdc e / dev / sdd perché vuoi avviare anche se sda ​​muore

Mi dispiace non posso darti i passaggi esatti in quanto non ho usato il nuovo programma di installazione di Ubuntu. Potresti stare meglio con quello basato su testo piuttosto che con la GUI.

    
risposta data Indulis 04.06.2011 - 07:49

Leggi altre domande sui tag