A corto di inode

23

Non riesco ad aggiornare Ubuntu perché ho un utilizzo inode del 99%. Qual è il modo più semplice per me per alleviare questo problema?

Grazie per il tuo aiuto.

    
posta xaav 22.12.2012 - 02:07
fonte

3 risposte

21

Il numero di inode è impostato al momento della formattazione della partizione. Normalmente il numero di inode creati è sufficiente per quasi tutti gli scopi; tuttavia, se disponi di un numero elevato di file molto piccoli, puoi utilizzare gli inode prima che il disco sia pieno.

È necessario trovare le migliaia di piccoli file presenti nel sistema che utilizzano gli inode e eliminarli o spostarli in una partizione che è stata specificatamente configurata con un numero molto elevato di inode disponibili. Non è possibile modificare il numero di inode disponibili su una partizione dopo che è stato formattato.

Lo script scritto da paxdiablo su stackoverflow potrebbe essere un modo pratico per verificare la presenza di un file piccolo eccessivo usa quello di cui potresti non essere a conoscenza. Eccolo di nuovo:

#!/bin/bash
# count_em - count files in all subdirectories under current directory.
echo 'echo $(ls -a "" | wc -l) ' >/tmp/count_em_$$
chmod 700 /tmp/count_em_$$
find . -mount -type d -print0 | xargs -0 -n1 /tmp/count_em_$$ | sort -n
rm -f /tmp/count_em_$$

Metti questo script nel file di testo ~ / bin / count_em e poi emetti il ​​comando

chmod +x ~/bin/count_em

per renderlo eseguibile. Se dovessi creare la directory ~ / bin allora non sarà ancora nel percorso dell'eseguibile, quindi fai di nuovo il logout e torna di nuovo.

Per eseguire il programma devi solo digitare

count_em

e elencherà i numeri di tutti i file nella directory corrente e nelle sottodirectory per directory, con l'ultimo conteggio più alto. Molto utile!

    
risposta data fabricator4 22.12.2012 - 05:04
fonte
5

Puoi anche visualizzare un elenco ordinato di directory per numero di inode, usando questo comando: du --inodes -d 3 / | sort -n | tail

Da lì, puoi determinare quali directory eliminare

    
risposta data johnL 06.06.2017 - 21:04
fonte
2

Ho scoperto che l'uso di inode proveniva da /root/.local e l'ho cancellato.

    
risposta data xaav 22.12.2012 - 02:27
fonte

Leggi altre domande sui tag