Per utilizzare Windows e Ubuntu su un computer, quale dovrei installare prima?

21

Capisco che è possibile installare prima Ubuntu e poi Windows o prima installa Windows, poi Ubuntu , ma assumendo che io abbia la libertà di fare entrambi, quale è l'ordine di installazione migliore, più facile e più affidabile?

    
posta Jjed 05.01.2012 - 23:15

6 risposte

35

È molto più facile installare Ubuntu dopo l'installazione di Windows. Il processo di installazione di Windows non ha alcuna opzione per l'installazione insieme a un altro sistema operativo, quindi è necessario ridimensionare manualmente partizioni e giocherellare con il tuo < a href="http://en.wikipedia.org/wiki/Master_boot_record"> record di avvio principale . Mentre questo è certamente fattibile, il processo è meno "on rail" e lascia più spazio per l'errore dell'utente.

Installare Ubuntu secondo è semplice come la seguente schermata:

Schermata di installazione di Ubuntu

    
risposta data Jjed 05.01.2012 - 23:21
4

Direi che installare prima Windows è la strada da percorrere. In questo modo, Ubiquity può gestire il ridimensionamento delle partizioni e non è necessario ricorrere a una sorta di hack per ripristinare il menu di GRUB.

    
risposta data Christopher Kyle Horton 05.01.2012 - 23:19
3

Hai preso in considerazione la virtualizzazione?

Non avrai più rischi di distruggere l'installazione di Windows. E puoi eseguire contemporaneamente entrambi i sistemi .

Se hai solo bisogno di un ambiente di esecuzione per gli strumenti unix a riga di comando (programmazione), la virtualizzazione è ottima. La compatibilità è assoluta.

Puoi usare Virtualbox che è gratuito, o server vmware, che è anche gratuito.

Per quanto mi riguarda, sto facendo lo sviluppo web con Ubuntu Server 10.4 LTS virtualizzato con vmware / Win7. Sono un grande fan di questa soluzione.

    
risposta data Offirmo 06.01.2012 - 16:07
1

Sono d'accordo con quanto sopra, se devi assolutamente eseguire il dual boot, installa prima Windows per i motivi indicati, ma c'è un altro modo, installa Ubuntu, quindi crea una VM per l'installazione di Windows in Virtualbox.

Quando ti rendi conto di non aver usato Windows da più di un anno, elimina semplicemente la VM e libera lo spazio.

    
risposta data Andy H 06.01.2012 - 14:05
1

Devo suonare qui. Ho gestito sistemi di avvio dual / triple / quad per molti anni. Dopo tutto quello che ho sperimentato, ho scoperto che se ti puoi permettere e gestire il processo tecnico di installazione di due unità nel tuo computer, questo sarà il modo migliore per avere il dual boot. È piuttosto semplice quando ci pensi.

Installa due harddrives, non importa quale sia la loro velocità o dimensione. Possono variare. Tuttavia, devono ancora soddisfare i requisiti minimi di ciascun sistema operativo (superiore a 4 GB, che in questi giorni è molto comune).

Non importa quale sistema operativo si installa per primo, ma la chiave è di avere una sola unità accesa quando si installano i sistemi operativi. Quindi diciamo che prima scegli di fare Windows. Scolleghi l'altra unità che verrà utilizzata per Linux. In questo modo durante l'avvio non è possibile che Windows rilevi che esiste un'altra unità. Dopo aver installato Windows su tale unità, fare l'esatto opposto. Scollega l'unità windows (ovviamente spegni la macchina tra la configurazione dell'harddrive) e collega l'unità linux. Inizia l'installazione di Linux e non ci sarà modo per Linux di conoscere il tuo drive Windows e viola. Due record di avvio indipendenti e due installazioni indipendenti. Nessun materiale di boot loader disordinato che può fallire con te. Nessuna partizione disordinata che può andare in pezzi. Nessun tentativo di gestire due diversi file system sullo stesso disco fisico.

Ora per la parte tecnica extra. Quando si ricollegheranno entrambe le unità nella scheda madre, si avrà un'impostazione su quale unità deve provare a eseguire l'avvio (passare al BIOS per regolarlo). Quale sistema operativo che pianifichi di utilizzare più spesso è l'unità che desideri impostare come predefinita (il mio è attualmente Windows Xp, ma ho anche Win7 e Ubuntu 10.04). Quando voglio avviare un sistema operativo diverso, premo semplicemente F11 (questo può variare dalla scheda madre alla scheda madre, ma in genere ogni scheda madre ha un modo di avviarsi da un dispositivo diverso all'avvio, non è necessario andare nel BIOS ogni volta per regolarlo) e su viene un menu di avvio. Scelgo semplicemente quale unità voglio avviare e viola! Macchina multi-sistema con boot loader e partizioni.

Con linux puoi anche solo prendere il tuo hard disk e farlo scoppiare in un'altra macchina con hardware diverso e c'è una buona probabilità che Linux sia abbastanza intelligente da regolare le sue impostazioni hardware in modo che corrispondano alla nuova macchina.

Bene lucK!

    
risposta data Wh33t 10.01.2012 - 23:23
1

Usando Windows nagware "OSL200" ($ 24,90 per aggirare il nag), puoi installare Windows 7 in qualsiasi momento. Faccio sempre la prima partizione (& lt; 20GB) del disco rigido disponibile per Windows. I molti "buntus" (gparted o altri gestori delle partizioni) ti consentono di "spostare" le tue altre partizioni sempre e ovunque, a patto di non eseguire troppe operazioni sul sistema operativo Linux.

Windows ha anche altri boot-assistenti (Boot-us 3.0.2, Gag4.10, Plop Boot Manager 5.0, Smart Boot Manager e molti altri), ma non ho alcun successo con questi.

Sulla mia sostituzione desktop (HP Pavilion DV7), ciascuno dei miei due HDD ha una partizione primaria Win da 20 GB. Su ognuno di essi ho una partizione primaria (10 GB) alla fine dei due HDD per soft-RAID0, che solo Linux permette.

Tutte le altre partizioni: DATA, ARCHIVES, più sistemi operativi Linux, ... si trovano nella partizione estesa su ciascuna unità. Tutti i DATI, ARCHIVI sono partizioni compresse Win7-NTFS. Tutti gli altri sono EXT4.

Dopo il nagware di Windows, ho da 10 a 16 sistemi operativi da cui partire. Questo include tutti i "backport" degli ultimi sistemi operativi installati. Il 'buntu op sys aggiornerà il kernel (se lo permetti), ma consentirà anche l'accesso ai kernel precedenti.

Occasionalmente uno dei miei buntus consente l'installazione di Grub2, che quindi in qualche modo mi permette di bypassare Windows OSL2000. Ma poi realizzo in tempo reale un'altra variante di Linux, che rimuove quindi l'installazione di Grub2.

    
risposta data user37991 01.10.2012 - 09:54

Leggi altre domande sui tag