Come rimuovere GPT dall'HDD?

17

Ho un laptop Asus K55VM-Sx027V e l'ho formattato con Ubuntu perché ogni volta che provavo a installare Windows 7 a 64 bit, non me lo permetteva perché il mio HDD aveva la protezione GPT.

Ora che ho Ubuntu 12.10, come posso rimuovere la protezione GPT dal mio laptop?

    
posta Diogo 03.11.2012 - 19:24

6 risposte

41

Usa gdisk invece di fdisk. Non è installato di default, quindi prendilo con:

sudo apt-get install gdisk

Quindi umount dell'unità e chiama gdisk per il dispositivo:

sudo gdisk /dev/sdX

Ti verrà richiesto di selezionare la partizione:

Found valid MBR and GPT. Which do you want to use?
 1 - MBR
 2 - GPT
 3 - Create blank GPT

Seleziona il GPT. Nel mio caso, 2 . Utilizzare il comando ? per stampare la lista comandi. Inserisci x per le opzioni avanzate, quindi z per zappare la tabella GPT e tutti i dati sul disco:

Command (? for help): x 

Expert command (? for help): z
About to wipe out GPT on /dev/sdx. Proceed? (Y/N): y
GPT data structures destroyed! You may now partition the disk using fdisk or
other utilities.
Blank out MBR? (Y/N): y
    
risposta data Steve HHH 02.12.2012 - 05:13
4

Con una semplice funzione Python!

def clear_gpt(target):
      '''
      According to http://en.wikipedia.org/wiki/GUID_Partition_Table - GPT
      stores partition data in the first and last 34 LBA blocks. A LBA sector
      is normally 512 bytes.
      '''
      fd = open(target, "w+")
      fd.seek(0)
      fd.write('
def clear_gpt(target):
      '''
      According to http://en.wikipedia.org/wiki/GUID_Partition_Table - GPT
      stores partition data in the first and last 34 LBA blocks. A LBA sector
      is normally 512 bytes.
      '''
      fd = open(target, "w+")
      fd.seek(0)
      fd.write('%pre%' * 34 * 512)
      print "done nuking data at the beginning of disk", target
      fd.seek(0, 2) # SEEK_END is 2
      disk_size = fd.tell()
      fd.seek(disk_size - 34*512)
      fd.write('%pre%' * 34 * 512)
      print "done nuking data at the end of disk", target
' * 34 * 512) print "done nuking data at the beginning of disk", target fd.seek(0, 2) # SEEK_END is 2 disk_size = fd.tell() fd.seek(disk_size - 34*512) fd.write('%pre%' * 34 * 512) print "done nuking data at the end of disk", target

Ottieni un esempio completo da:

link

    
risposta data Lester Cheung 04.07.2014 - 12:52
2

GPT è la tabella delle partizioni GUID, che è un metodo per definire partizioni (non protezione ) sul tuo computer. Se Windows si lamenta dell'utilizzo di GPT, ciò significa che il programma di installazione di Windows è stato avviato in modalità BIOS anziché in modalità (U) EFI. Esistono due modi per risolvere questo problema:

  • Avvia il programma di installazione di Windows in modalità EFI. Questo potrebbe o potrebbe non essere possibile, a seconda del computer. Se è nuovo (venduto negli ultimi 6-12 mesi), probabilmente supporta l'avvio in modalità EFI. Per avviare in modalità EFI, potrebbe essere necessario regolare le impostazioni del firmware per abilitare l'avvio in modalità EFI. A volte, premendo il pulsante per accedere alle opzioni di avvio quando si avvia, verranno create due opzioni per l'avvio del CD: una in modalità BIOS (anche legacy) e l'altra in modalità EFI.
  • Converti il disco rigido per utilizzare il partizionamento MBR anziché GPT. Puoi farlo con GPD fdisk (gdisk) usando la sua opzione "g" nel menu "ripristino e trasformazione". Ci sono, tuttavia, molti avvertimenti e dettagli su tale conversione; consultare la documentazione di fdisk per i dettagli. Quando hai finito, Ubuntu non si avvierà più; dovrai reinstallare il boot loader. (Avrai bisogno di farlo dopo aver installato Windows in modalità BIOS in ogni caso, quindi potresti anche metterlo fuori dopo aver installato Windows.)

L'avvio in modalità EFI con GPT è ancora molto nuovo e può essere soggetto a problemi, ma anche la conversione della tabella delle partizioni da GPT a MBR è un'attività piuttosto rischiosa. Pertanto, è difficile per me dire quale sia l'approccio migliore. Naturalmente, potresti non essere nemmeno in grado di avviare il computer in modalità EFI, quindi potresti doverlo fare convertendo la tabella delle partizioni.

Un'alternativa a entrambi gli approcci è l'esecuzione di Windows da VirtualBox o qualche altro ambiente di virtualizzazione sotto Linux. Questo è più semplice e più sicuro e può essere adeguato per molti scopi. È più probabile che si tratti di un problema se si desidera eseguire giochi ad alta intensità di video, se è necessario un accesso di basso livello all'hardware o se si dispone di RAM insufficiente per supportare un ambiente virtualizzato sufficiente per le proprie esigenze.

Qualunque approccio tu faccia (a parte una Windows virtualizzata), ti consiglio vivamente di eseguire prima il backup di tutti i dati importanti; il muck con le tabelle delle partizioni è sempre rischioso.

Modifica: i commenti di Zolar1 suggeriscono la possibilità che Ubuntu sia installato in modalità BIOS ma usando GPT. L'installazione di Windows in modalità EFI richiede in questo caso una delle seguenti due cose:

  • Conversione di Ubuntu per l'avvio in modalità EFI piuttosto che in modalità BIOS
  • Cambio delle modalità di avvio (EFI per Windows, BIOS per Linux)

O è possibile. È possibile convertire Ubuntu per l'avvio in modalità EFI aggiungendo un caricatore di avvio EFI. Ci sono diverse opzioni, come descritto qui. Ubuntu usa GRUB 2 come caricatore di avvio in modalità EFI per impostazione predefinita , ma IMHO questa è una scelta sbagliata.

Il passaggio tra la modalità EFI e la modalità BIOS del computer è di solito scomoda, ma a volte uno switch di opzioni di avvio (accessibile premendo F8, F12 o qualche altra chiave all'avvio) può renderlo tollerabile. Un'altra opzione potrebbe essere l'installazione di rEFInd, che è un gestore di avvio in modalità EFI che può (a partire dalla versione 0.4.6) mano dal processo di avvio a un caricatore di avvio in modalità BIOS (o a un caricatore di avvio EFI).

    
risposta data Rod Smith 03.11.2012 - 20:02
2

Puoi utilizzare wipefs per rimuovere tutti i blocchi ID comuni da un dispositivo prima di modificare il formato della partizione.

sudo wipefs -a /dev/sdx
    
risposta data Alexandre Jasmin 15.09.2016 - 00:28
0

Non sono sicuro che il computer ti lascerà. Ho un ASUS K55a da solo. Ogni volta che voglio installare QUALSIASI versione di Linux, prova a tornare a Windows 7, Windows forza un R / R e quindi Linux non funzionerà.

Ho scoperto che puoi eseguire Linux da un CD / DVD o se usi Puppy su un'unità flash.

Forse potresti usare un bel virus per cancellare tutte le partizioni? LOL

Ma questo link potrebbe esserti d'aiuto:

link

Hai disattivato l'impostazione UEFI nel BIOS? Penso che finchè è attivato potresti non essere in grado di sbarazzarti della partizione e continuare a far funzionare il computer.

Nota: tutti i nuovi computer in dotazione con Win8 sono obbligati a far accendere l'UEFI tutto il tempo senza possibilità di disabilitarlo. Devi amare l'avidità del microshaft.

Se tutti si sono lamentati con FTC.gov del FURTO della propria capacità di utilizzare il proprio hardware e il software legalmente autorizzato, forse potrebbero entrare e forzare la spazzatura a consentire il doppio avvio con linux.

Mi chiedo come mai qualcuno in Linux non scriva la propria UEFI che dà la possibilità di consentire il doppio avvio e sostituire quella che il microshaft impone a tutti.

Ricorda che hai l'hardware. Microsoft non ha il diritto di dirti cosa puoi fare con esso.

Altro su Linux: se rimuovo il mio disco rigido con win7 su di esso e installo un'unità SSD, quindi spengo l'UEI nel BIOS, posso installare Linux senza problemi. È quando tento di aggiungere un disco di Windows 7 con uefi di nuovo quando c'è un problema. Win7 forza un R / R, quindi Linux non si avvia.

Forse Linux potrebbe creare il proprio uefi che controlla ogni cosa come ha fatto il grub bootloader invece di fare in modo che Windows imposti quale software e hardware è possibile installare. Usa prima linux uefi quindi se scegli windows, passa a C: partition.

Un'altra idea sarebbe quella di fare qualcosa di simile a quello che fa il cucciolo. Puppy utilizza un grasso 2 ma al suo interno crea un file system ext2. Non è pratico per i file di grandi dimensioni però.

Che ne dici di Linux usando il file system UDF e scrivi qualsiasi file system che l'utente desidera in quel sistema.

Non lo so. Immagino di essere sconclusionato a causa della frustrazione qui.

Mi chiedo se un programma di accesso diretto al disco ti consentirebbe di modificare la tabella delle partizioni gpt?

Ecco un'altra possibile soluzione al tuo problema: link

    
risposta data zolar1 03.11.2012 - 19:48
-1

Avvio con un sistema operativo Ubuntu @ finestra della procedura guidata cancella tutte le partizioni e clicca sullo spazio libero totale e fai clic su crea una nuova tabella delle partizioni.

    
risposta data Lakshmanan 18.08.2018 - 20:42

Leggi altre domande sui tag