Perché Ubuntu supporta solo le versioni per un tempo limitato (e cosa significa)?

18

Perché Ubuntu supporta solo una versione per un tempo limitato? Dato che sono stato su questo sito ho visto molti riferimenti a versioni particolari non supportate. Cosa significa attualmente? Dopo questo tempo, un utente deve semplicemente utilizzare il sistema operativo nello stato in cui si trova alla data in cui termina il supporto? Questo significa che non sono disponibili ulteriori aggiornamenti del pacchetto?

O quando questa data di supporto è scaduta, l'utente dovrebbe abbandonare la versione e installare invece una versione più recente? Sono un po 'confuso con la differenza tra Ubuntu e Linux qui (con Windows lo usi fino all'acquisto dell'ultima versione) e sarei grato se qualcuno potesse spiegare il "ciclo di vita" di Ubuntu (se questa è una parola adatta). Grazie in anticipo per il tuo aiuto.

    
posta bazz 27.07.2012 - 19:32

4 risposte

18

Devo dire che questa è una domanda eccellente e affronterò le tue eccellenti domande una parte alla volta con le piccole conoscenze che ho sull'ecosistema di Ubuntu. Ho diviso la tua domanda in diverse più piccole:

1. Ubuntu supporta una versione particolare con un tempo limitato?

Prima di spiegare il limite di tempo per ogni versione (9.10, 11.04, 12.10 ...) o il tipo di versione (Desktop, Server ...) dobbiamo prima vedere alcune variabili che vengono prese in considerazione per questi limiti di tempo. Ad esempio, alcuni di essi sono:

Man Power / Geek Power / Numero di sviluppatori - Questa è la quantità di geek, sviluppatori e in generale di persone che lavorano nella creazione di Ubuntu. Questa è la quantità di persone che possono dedicare un po 'del loro tempo a lavorare sulla prossima versione di Ubuntu, l'attuale versione di Ubuntu e / o una versione precedente di Ubuntu. In questo momento, con i periodi di supporto spinti da Server a 5 anni e Desktop a 5 anni in LTS e in versioni normali a 2 anni, questo significa che gli sviluppatori di Ubuntu devono lavorare su circa 9 versioni di Ubuntu. Al momento sto scrivendo le versioni di Ubuntu che hanno supporto sono sotto (puoi vedere un elenco più aggiornato qui ):

  • 8.04 Server LTS
  • 10.04 Desktop
  • 10.04 Server LTS
  • 11.04 Desktop
  • Server 11.04
  • 11.10 Desktop
  • 11.10 server
  • 12.04 Desktop
  • 12.04 LTS server

Questo non include il lavoro svolto in 12.10 che è la versione imminente (Al momento in cui scrivo). Quindi, in totale, al momento, ci sono 10 versioni che stanno ottenendo supporto. Per quello che ho visto, le 2 versioni che ottengono più supporto sono la 12.04 e la 12.10 in un lavoro al 70% -80% per 12.10 e 30% -20% per 12.04. Naturalmente, se prendiamo in considerazione le altre versioni precedenti di Ubuntu che stanno ottenendo supporto, sarebbe qualcosa di più grande per la prossima versione, seguito dalla seconda percentuale maggiore per la versione corrente e poi seguito da percentuali quasi uguali per ogni precedente versione supportata. Ciò significa in inglese semplice che gli sviluppatori si concentrano maggiormente sulle versioni future e attuali, ma non abbandonano quelli più vecchi e supportati.

Il punto di tutto questo è di dare una visione chiara della quantità di lavoro che deve essere fatto per queste 10 versioni di Ubuntu per soddisfare e offrire supporto per tutti gli utenti di ciascuna versione. Tenendo presente questo, passiamo alla seconda parte.

Evoluzione dell'hardware / Evoluzione del software

Con il tempo arrivano nuovi hardware, nuove tecniche software e nuovi modi innovativi e intelligenti per creare nuove cose e rendere migliori le vecchie cose. Ad esempio, quando uscì Ubuntu 5.10, non c'era USB 3.0, Sata 6G o NFC. Questo vale anche per l'hardware e il software in quel periodo di tempo. Quando è uscita una scheda madre, nel periodo in cui è uscita la versione specifica di Ubuntu, non è stato inventato o sviluppato hardware X. Non c'era GCC con migliori proprietà X e tempi di compilazione Y.

Questo significa che per ogni nuova versione che esce, Ubuntu cerca di assorbire qualsiasi nuova tecnologia che viene fuori nel mondo. Questo aiuta molto lo sviluppo se il periodo di tempo tra le pubblicazioni è breve, poiché avere un intervallo di tempo tra la versione di, diciamo, di 10 anni, significherebbe che avrebbe bisogno di adottare tutte le tecnologie in quel momento .. QUESTO È MOLTO !. Averlo in un anno significa anche che gli utenti potrebbero non ottenere gli aggiornamenti che vogliono o quella versione speciale del programma che usano in tempo. Un periodo di tempo equilibrato è quindi il ciclo di rilascio di 6 mesi. Ecco perché in questo esempio il ciclo di rilascio è un periodo di tempo di 6 mesi. Quindi tutto ciò che accade nei prossimi 6 mesi può essere applicato alla nuova versione (Ad un certo grado di tranquillità per gli sviluppatori che posso aggiungere).

Fondamentalmente abbiamo un arco temporale che si concentra sugli utenti finali, gli sviluppatori e ha un occhio sulla nuova tecnologia, nuove idee, nuovo software. Equilibrato se posso dirlo.

Idee / Nuova metodologia / Nuove tecniche

Per applicare e lavorare con i 2 punti sopra menzionati, ogni volta escono nuove idee (posso dire ogni 6 mesi ^^). Quindi idee per un desktop Gnome migliore, per un modo migliore di integrare le azioni degli utenti, per un'esperienza del computer migliore e accessibile. Avere questo significa anche che le idee che sembravano belle 2 anni fa, potrebbero non sembrare così tanto oggi, o forse possono essere migliorate o modificate per gli altri. Questo influenza il modo in cui ad esempio il comportamento di un singolo programma fino a cambiamenti massivi come la transizione da Gnome 2.x a Unity. Questo è anche pensato nel piano di sviluppo di Ubuntu.

Tenendo presente tutti questi punti, possiamo dire che avere il supporto per ogni versione di Ubuntu limitata a un certo numero di anni è una buona idea.Ciò farebbe sì che gli sviluppatori si focalizzassero maggiormente sull'applicare il loro tempo a nuove tecnologie, nuovo hardware, nuovo software e nuove e attuali versioni di Ubuntu. Questo potrebbe sembrare un "abbandono di ogni speranza a chiunque abbia una versione precedente", ma no. Il fatto che Ubuntu abbia il supporto per versioni molto vecchie, come la 8.04 e persino un'opzione di supporto a lungo termine con le loro versioni di Ubuntu ogni 2 anni, significa che in realtà hanno un piano per versioni precedenti. Vogliono offrire sicurezza, stabilità e un sistema operativo audio in grado di fornire quando ne hai bisogno. Tutto ciò mentre si pensa alle 10 versioni di Ubuntu che vengono lavorate su di esse.

2. Le versioni (molto vecchie) hanno ancora qualche tipo di supporto e aggiornamenti?

Sì. Ma non tutto. Come ho detto prima, alcune versioni come la 8.04 ottengono il supporto, ma questo è perché hanno LTS (Long Term Support) che ti dà la garanzia che lo supporteranno per i prossimi 5 anni, mentre altre versioni normali avranno un 2 anni. Anche in questo caso, se si verifica una particolare vulnerabilità di sicurezza, la tua versione di Ubuntu riceverà un aggiornamento. Tieni presente che, più vecchia è la tua versione di Ubuntu, meno aggiornamenti avranno. Li otterrà ancora, ma potrebbero arrivare tutti in un grosso pezzo di patch nello stesso giorno o piccole quantità ogni tanto. Questa è una delle ragioni per aggiornare ad una nuova versione. Otterrete, non solo gli aggiornamenti e le modifiche sulla nuova versione, ma sarete certi che avrete il supporto per la nuova tecnologia nelle parti hardware e software del mondo dei computer.

Dopo che il tempo di supporto è terminato, si consiglia di aggiornare poiché questo è un comportamento normale nel mondo del software e dell'hardware. Nuove cose escono per velocizzare le cose e renderle più facili, quindi dovremmo tenerne conto. Immagina, per esempio nel mio caso, un mondo bloccato con HTML 1.0 senza Ajax, JQuery, Javascript e simili. Neanche HTML5. Lo stesso per l'hardware. Nessuna architettura multiprocessing, nessun AMD64, nessuna memoria Dual Channel e nessun driver Gigalan. BTW, No Wifi o Facebook neanche. La cosa peggiore è ... No askubuntu !!

3. Gli utenti dovrebbero aggiornare da versioni non supportate (versioni molto vecchie) e come?

Sì, dovrebbero. L'unica eccezione è che, se vivi in ​​un posto molto remoto, lontano dalla civiltà, nessun pinguino ha permesso il posto. Ma è necessario aggiornare per mantenere il sistema aggiornato e aggiornato. Nel caso di versioni non supportate, ciò che la maggior parte delle persone dirà è di eseguire il backup dei file e fare un'installazione pulita. Ciò aiuta a risolvere eventuali problemi che potresti riscontrare eseguendo un aggiornamento da una versione alla successiva e anche la quantità di informazioni che dovresti scaricare.

Non è la stessa cosa da aggiornare dal 9.10 al 10.04, dal 10.04 al 10.10, dal 10.10 al 11.04, dal 11.04 al 11.10, dal 11.10 al 12.04 e infine fino al 12.10 che semplicemente scaricare il 12.10, eseguire il backup dei file importanti e fare un'installazione pulita, quindi ripristinare i file di backup. Risparmia tempo, larghezza di banda e puoi iniziare a "lavorare" prima. La buona notizia è che da un paio di versioni fa, la nuova versione di Ubuntu include nel LiveCD / LiveUSB un'opzione nel programma di installazione per aggiornare una versione precedente di Ubuntu sul computer. Quindi se inserisci un LiveCD di 12.10 ad esempio e rileva una versione precedente di Ubuntu, ti darà la possibilità di aggiornarlo. Risparmio di tempo e larghezza di banda lungo la strada.

Ovviamente se si sta tentando di eseguire l'aggiornamento da una versione EOL a una versione più recente e la versione successiva è anche EOL (ad esempio tentando di eseguire l'aggiornamento dalla 6.04 alla 6.10 dove entrambi sono EOL) seguendo la normale procedura come do-release-upgrade -d o apt-get upgrade non funzionerà perché cercheranno la prossima versione e poiché è anche EOL genererà un errore. Maggiori informazioni a riguardo in Come installare il software o aggiornare da una vecchia versione non supportata? In questi casi, invito anche l'utente a scaricare l'ultimo e ad aggiornare dal liveCD o reinstallare da zero dopo aver eseguito un backup corretto.

C'è anche una pagina dedicata alle versioni EOL (End of Life): link

4. In che modo il "ciclo di vita" di Ubuntu differisce da Windows?

Parlerò il ciclo di vita di Windows XP a quello di Windows 7 o il ciclo di rilascio a quello di Ubuntu. Sto saltando Windows Vista perché, beh, sappiamo tutti cosa succede. Hasta la Vista, piccola !.

Comunque, nel lasso di tempo tra Windows XP e Windows 7, Ubuntu è uscito e ha rilasciato 9 nuove versioni di Ubuntu, ognuna delle quali incorporava una nuova tecnologia, nuovi aggiornamenti software e nuove tecniche e idee dalla community e dagli sviluppatori. Leggi attentamente, 9 !. Prima che uscisse Windows 7, sapevi che Ubuntu supportava USB 3.0. Windows 7 non supportava USB 3.0 quando usciva. Questo ti dà un'idea diretta di come, non solo Ubuntu, ma lo sviluppo del software nel mondo open source si muove. Non cammina ma corre.Dopo il rilascio di Windows 7 e prima che uscisse Windows 8, Ubuntu disponeva delle versioni di rilascio 11.04, 11.10, 12.04 e 12.10, tutte dotate di nuovo hardware / software.

Questo è tutto grazie al collegamento diretto tra tutti i punti sopra menzionati e il periodo di sviluppo. I mondi hardware e software si stanno muovendo molto velocemente e per far funzionare un sistema operativo, deve svilupparsi e adattarsi in base a questa velocità. Questo è un grande vantaggio e attributo che avvantaggia Ubuntu rispetto a Windows. Sebbene Windows disponga di Service Pack, non offre nemmeno il 10% di ciò che accade nel momento in cui viene rilasciato e il tempo in cui è stata rilasciata la versione di Windows (2 anni dalla versione di Windows 7 fino all'SP1, solo per fornire un'idea: sono circa 4 versioni di Ubuntu o 12 versioni del kernel Linux.)

In questo modo, puoi vedere i vantaggi di un ciclo di 6 mesi rispetto a un anno di 2 o 5 anni. Aggiunge un supporto più rapido per l'hardware in modo che l'utente finale si diverta. Aggiunge nuove tecniche software per l'utilizzo di CPU / memoria in meno e può essere ottimizzato rapidamente in modo che l'utente non debba attendere anni prima che appaia una correzione ufficiale.

Nel complesso, penso che tu possa vedere ogni risposta alle domande in un modo che ti aiuti a conoscere il WHY, WHEN e HOW che Ubuntu supporta solo le versioni per un periodo di tempo limitato. Volevo aggiungere un'altra domanda che molti utenti chiedono e molte volte confondono:

5 Qual è la differenza di stabilità tra LTS e versioni normali

Se parliamo di stabilità tra entrambe le versioni, la risposta è la stessa. Entrambi hanno la stessa stabilità perché uno degli obiettivi principali di ogni versione di Ubuntu è sempre stato Stabilità. Se installi un LTS o un rilascio normale, otterrai la stessa stabilità. La differenza effettiva tra LTS e una versione normale è ciò che il LTS implica: Supporto a lungo termine. Il che significa semplicemente che riceverete aggiornamenti per un periodo di tempo più lungo rispetto a una versione normale. Non si otterranno prestazioni migliorate, grafica migliore, maggiore velocità o qualsiasi altra cosa quando si confronta un LTS con una versione normale. Questo non è ciò che offre un LTS in confronto.

Per ulteriori informazioni sulle Differenze tra LTS e una versione normale (che è anche stabile), vedi Qual è la differenza tra una versione di supporto a lungo termine e una versione normale?

    
risposta data Luis Alvarado 28.07.2012 - 00:29
7

Rispondiamo a utilizzando la wiki :

  

Produciamo una nuova versione di Ubuntu Desktop e Ubuntu Server ogni sei   mesi [schema sotto]. Ciò significa che avrai sempre l'ultimo e   le più grandi applicazioni che il mondo open source ha da offrire. Ubuntu   è progettato pensando alla sicurezza. Ottieni aggiornamenti di sicurezza gratuiti per   almeno 18 mesi sul desktop e sul server.

     

Una nuova versione LTS viene rilasciata ogni 2 anni. Nelle versioni precedenti, a   La versione Long Term Support (LTS) aveva 3 anni di supporto su Ubuntu   (Desktop) e 5 anni su Ubuntu Server. A partire da Ubuntu 12.04   LTS, entrambe le versioni riceveranno 5 anni di supporto. Non ci sono costi aggiuntivi   per la versione LTS; facciamo il nostro miglior lavoro disponibile a tutti   sugli stessi termini gratuiti. Gli aggiornamenti alle nuove versioni di Ubuntu sono e   sarà sempre gratuito.

    
risposta data SirCharlo 27.07.2012 - 19:50
7

Vorrei aggiungere alcuni punti da al documento di Ubuntu White paper tecnico . Ubuntu è stato progettato pensando alla sicurezza

  

Il ciclo di vita univoco di Ubuntu consente al nostro team di sviluppo più facilmente   bilanciare la stabilità del sistema con la capacità di supportare nuovi   sviluppo hardware e software. Ciclo di doppia uscita di Ubuntu   fornisce frequenti versioni di sei mesi che incorporano le ultime   innovazioni open-source e supporto hardware, mentre a lungo termine   le versioni di supporto (LTS), che vengono rilasciate ogni due anni, forniscono   maggiore stabilità per i sistemi che non richiedono un'alta frequenza di aggiornamento.

Ciclo di rilascio di sei mesi (tipo di rilascio basato sulle caratteristiche)

- assicura che gli aggiornamenti della tecnologia più recente siano inseriti in una piattaforma Ubuntu stabile e di livello enterprise. Queste versioni standard sono mantenute con aggiornamenti di sicurezza e correzioni di bug fino a 18 mesi. Le versioni regolari di Ubuntu consentono di ottenere nuove tecnologie e la possibilità di utilizzare nuovi dispositivi con Ubuntu , più velocemente di qualsiasi altro sistema operativo

Rilascio di Ubuntu a lungo termine (LTS)

- vengono rilasciati ogni due anni. Poiché ogni ambiente IT ha diverse classi di macchine, il ciclo di vita LTS è stato appositamente creato per quei sistemi in ambienti IT che richiedono maggiore stabilità, piuttosto che un'alta frequenza di aggiornamento .

Le versioni

​​ LTS sono aggiornate ogni sei mesi in una versione consolidata dei punti che rende più facile alle organizzazioni installare l'LTS corrente su nuovo hardware senza dover scaricare tutte le patch successive rilasciate dall'introduzione del prodotto. Le versioni dei punti sono fornite fino a quando la prossima versione completa di LTS diventa disponibile. Le versioni LTS vengono mantenute per cinque anni su server e desktop.

La tabella seguente riassume le differenze tra versioni standard e LTS.

Un'immagine da un Blog illustra gli stati di sviluppo per garantire stabilità e sicurezza.

Le versioni di Ubuntu sono cronometrate di circa un mese dopo le versioni di GNOME , che a loro volta sono un mese dopo le versioni di X.Org , con conseguente rilascio di ogni versione di Ubuntu una versione più recente di GNOME e X .

Linux è il nome di Kernel, Ubuntu è un sistema operativo completo basato su ramo Debian. Continua a sviluppare incluso il supporto per il nuovo hardware , migliorando le prestazioni e le nuove funzionalità (per esempio Btrfs). Di quale versione più recente viene inclusa e mantenuta in ogni nuova versione.

Per quanto riguarda l'acquisto di una nuova versione di Other OS, continua ad aggiornare (Patch martedì) come Service Pack, che può essere distanziato rispetto a Rilasci di punti LTS . Le nuove versioni non hanno una timeline specifica a differenza di Ubuntu. %codice%. Inoltre devi aggiornare manualmente applicazioni come browser, app di Office, AV (non richiesto in Ubuntu) ecc. Qui basta fare clic su un pulsante e fornire una password per l'aggiornamento.

Francamente, se acquisti qualcosa, per abitudine ti devi attenerci fino a quando arriva la versione più recente. Mentre qui ottieni il meglio disponibile in ogni ciclo di rilascio gratuito.

Gli utenti non dovrebbero abbandonare la versione non supportata, dovrebbero aggiornarsi per una migliore sicurezza, stabilità e scopi delle funzionalità , seguendo Upgrade semplice come l'aggiornamento.

Sì, dopo il supporto EOL , che significa no Sicurezza o aggiornamenti del pacchetto , perché mantengono tre versioni di Ubuntu alla volta (correggimi se errato).

È su scelta degli utenti, se vogliono continuare a utilizzare la versione non supportata o la versione più recente, l'uso non supportato non danneggerà il sistema o provocherà danni. Si rifiuterà semplicemente di integrare nuove funzionalità e miglioramenti.

Link utili

Un programma di rilascio da cui puoi dipendere>

Manutenzione e supporto dei cicli di vita

Elenco delle versioni di Ubuntu

    
risposta data atenz 27.07.2012 - 20:21
0

Una risposta breve e semplice per coloro che non hanno bisogno di molto linguaggio tecnico:

Una società di software deve trovare un equilibrio tra il supporto delle vecchie versioni del software e lo sviluppo della prossima versione.

  • Normalmente si impegnano a supportare solo un certo numero di recenti versioni alla volta.

  • Molte aziende dichiareranno in anticipo per quanto tempo una particolare versione sarà supportata.

    • Conoscere questo in anticipo consente alle grandi aziende di pianificare meglio il loro programma di aggiornamento.

    • Canonical (fondatori di Ubuntu) non sono gli unici a farlo. Microsoft ha programmato i programmi per quanto tempo supporteranno anche ciascuna versione di Windows. È comune per i produttori di software che devono essere utilizzati da grandi aziende (o "imprese") per le quali l'aggiornamento non è un compito di piccole dimensioni.

  • "Supporto" potrebbe significare fornire aggiornamenti per bug o difetti di sicurezza e / o fornire supporto tecnico e assistenza nell'utilizzo o nell'installazione del software.

  • Dato che un software diventa obsoleto, diventa sempre più diverso dall'ultima versione.

    • Questo crea più lavoro per gli sviluppatori che forniscono correzioni di bug per quelle versioni e per il personale di supporto di essere a conoscenza di tali versioni.

    • Arriva un momento in cui il basso numero di persone che utilizzano una versione precedente, la sua obsolescenza o il numero di versioni più recenti che richiedono supporto, non giustifica più il proseguimento del supporto.

  • A volte, alcune versioni specifiche hanno una durata di supporto più lunga rispetto ad altre.

    • In Ubuntu queste versioni sono etichettate come "LTS" per "Supporto a lungo termine".

    • Queste versioni sono particolarmente interessanti per le grandi aziende per le quali l'aggiornamento non è un compito da poco.

risposta data thomasrutter 08.07.2013 - 03:16

Leggi altre domande sui tag