Posso legalmente costruire e vendere desktop con Ubuntu preinstallato?

87

Sto iniziando un'impresa e questo è parte di ciò che offrirò. Sono quasi completo con la mia certificazione in Amministrazione Linux, ma non conosco tutti i dettagli della legge che Linux è sotto ...

    
posta Torian Allen 08.01.2012 - 02:31

10 risposte

71

Dipende. Ubuntu è software gratuito (oltre ad alcuni binari binari ridistribuibili), ma se lo stai usando per scopi commerciali ci sono restrizioni sui marchi.

The Legal Fine Print

  

Il permesso da parte nostra è necessario per utilizzare uno qualsiasi dei marchi in qualsiasi circostanza diversa da quelle espressamente consentite sopra. Questi includono:

     
  • Qualsiasi uso commerciale. Servizi OEM. [...]
  •   
  • Uso per scopi di merchandising, ad es. su magliette e simili.
  •   
  • Uso di un nome che include le lettere BUNTU in relazione all'hardware o al software del computer.
  •   

Fonte: Politica sui marchi di fabbrica di Ubuntu

Hardware con sistema operativo Ubuntu debranded

Se rimuovi tutti i marchi, i marchi e i riferimenti su Ubuntu, sei legalmente autorizzato a vendere sistemi installati. Ovviamente, devi fornire il codice sorgente di tutti i componenti GPL ai clienti che lo richiedono.

Spedizione hardware con Ubuntu "così com'è"

Per utilizzare il marchio di Ubuntu, devi proteggere il permesso del team di servizi OEM di Canonical . Puoi contattarli per vedere se quello che stai facendo va bene. Questo non dovrebbe essere troppo difficile, come molti piccoli venditori come System76 e ZaReason ha ottenuto un accordo.

    
risposta data Jjed 08.01.2012 - 03:33
24

È del tutto legale vendere un computer con Ubuntu preinstallato. Riduce anche il costo.

È legale vendere anche CD / DVD con Ubuntu.

In entrambi è legale perché non stai vendendo Ubuntu, stai vendendo l'hardware che viene fornito con esso. Nel caso del PC, stai vendendo tutto l'hardware fornito con Ubuntu in modo che l'utente finale non debba preoccuparsi dei molti problemi in Windows (o dei costi in Mac).

Con il CD / DVD, stai vendendo il costo che dovevi pagare per avere il CD / DVD. Anche la masterizzazione del CD / DVD ha un costo e un design stampato sul CD / DVD.

Se ti preoccupi di questo, quello che devi sapere è che l'unica cosa illegale qui è caricare direttamente per Ubuntu come farebbe qualcosa che hai fatto.

Le leggi della libertà indicano esplicitamente:

  • Libertà di eseguire il programma
  • Libertà di accesso al codice
  • Libertà di ridistribuire il programma a chiunque
  • Libertà di migliorare il software

Queste sono le libertà orientate a ciò che puoi fare con le informazioni, non come le informazioni ti arrivano. Quindi caricare un CD di Ubuntu che hai scaricato, masterizzato, fatto un disegno di stampa su di esso, mettere una copertina di plastica che hai comprato con quel bel logo che volevi usare è assolutamente okay. Lo stesso vale per quel computer che hai comprato a pezzi, assemblato, installato Ubuntu e aggiornato. Strumenti aggiuntivi installati per l'utente finale. Testato il PC per 2 giorni per assicurarsi che fosse perfetto per il tuo acquirente. E poi venduto al compratore è anche OK. In realtà stai facendo pagare per il lavoro che hai messo a offrire questo all'utente finale. Il tuo cliente .. e dopo aver installato Ubuntu, lui / lei sarebbe ... il tuo cliente felice.

Per darti un'idea migliore di questo, puoi vedere come aziende come Dell, Asus e altri vendono computer portatili con Ubuntu installati. Diverse università offrono CD / DVD con Ubuntu in loro a un prezzo basso. Anche eventi come Flisol offrono l'installazione di Ubuntu (in questo caso gratuito) poiché possono essere installati direttamente sul client o con un costo se devono distribuirne un CD / DVD (ovviamente dal momento che la maggior parte di noi inserisce il costo del CD / DVD per i nuovi utenti è gratuito).

UPDATE - come menzionato da popey, ci sono un paio di cose che devi leggere:

Servizi OEM (leggi TUTTO) - link

Norme sui marchi di fabbrica - link

Per il marchio, se non usi una versione ampiamente modificata di Ubuntu (Esteso come nel cambiare la struttura delle directory, modificare molti strumenti e programmi di base, cambiare nome, ecc.) non avrai problemi con il marchio . Nel tuo caso in cui menzioni solo l'installazione e la configurazione di Ubuntu non avrai problemi con questo.

UPDATE 2 - Come menzionato da Drewbenn nel suo commento, ecco un buon link su questo: link che integra il resto menzionato nella risposta.

    
risposta data Luis Alvarado 26.05.2012 - 22:28
11

Linux è protetto sia dalla legge sul copyright che dalla legge sui marchi, come anche Ubuntu. La licenza GPL e simili offrono licenze specifiche per copiare il software Ubuntu, come richiesto dalla legge sul copyright.

Questo ti lascia con i marchi. Sotto la dottrina di uso nominativo , è specificamente consentito utilizzare il marchio di Ubuntu per descrivere Ubuntu. I marchi hanno lo scopo di segnalare che i tuoi clienti ottengono il "vero affare" e non qualcosa di simile a Ubuntu.

Non puoi sovrautilizzare il marchio di Ubuntu. Cioè non puoi suggerire che il tuo hardware sia anche parte di Ubuntu, che Ubuntu sia ottimizzato per il tuo hardware, o che usi il loro logo.

Jacob Johan Edwards suggerisce che Canonical impone restrizioni all'uso commerciale del marchio di Ubuntu. Tuttavia, la legge federale non conferisce a Canonical il diritto di imporre restrizioni sull'uso legale dei marchi.

    
risposta data MSalters 09.01.2012 - 09:23
4

La vendita di computer con Ubuntu preinstallati non è in realtà così netta come altri hanno spiegato. Dovresti leggere la politica del marchio di Ubuntu specificamente le parti in "Uso limitato che richiede una licenza di marchio". Nota ad esempio

  

Il permesso da parte nostra è necessario per utilizzare uno qualsiasi dei marchi sotto qualsiasi   circostanze diverse da quelle espressamente consentite sopra.   Questi includono:   Qualsiasi uso commerciale.

Vendere un computer con Ubuntu preinstallato è "uso commerciale".

    
risposta data popey 26.05.2012 - 23:57
2

Vanilla Ubuntu: dovresti stare bene. Ma se installi un po 'più di software, come software proprietario che non puoi distribuire, allora forse no.

    
risposta data new_user 08.01.2012 - 02:48
2

Dell e Christmann (solo per citarne alcuni) fanno ciò che viene chiesto nella prima domanda. Quindi sì, è legale installare Ubuntu e quindi vendere il computer, a patto che non si addebiti nulla per cui non si hanno i diritti.

La mia università ha venduto CD con Ubuntu su di essi. Quindi sì, anche questo è legale.

    
risposta data con-f-use 26.05.2012 - 22:28
2

Penso che Ubuntu sia principalmente un software GPL, quindi il diritto di distribuirlo non può essere limitato dalla licenza o dalla politica sui marchi.

Quindi puoi installare Ubuntu su un PC assemblato e non può essere proibito venderlo. Ora come rivenditore, devi informare il tuo cliente su cosa vuoi venderli. Quindi non può essere proibito dir loro, cosa hai installato sull'hardware.

Ovviamente nella recitazione devi evitare l'impressione che stai agendo nel nome di Ubuntu, come parte della società dietro Ubuntu o usando il loro logo.

Tuttavia, da bravo ragazzo, direi loro cosa voglio fare.

    
risposta data user unknown 27.05.2012 - 03:29
0

È possibile ... ma devi verificare di aver spedito la tua macchina con software proprietario ... Se è così, devi ottenere l'autorizzazione dai rispettivi proprietari ...

    
risposta data idiot 08.01.2012 - 08:31
-2

Non so cosa stanno cercando di dire ma come utente linux e sviluppatore ti assicuro una cosa. Ci sono alcune distribuzioni di unix os che sono rese gratuite per tutti e molti hanno faticato per questo. Quindi, suggerisco di utilizzare una qualsiasi delle distribuzioni gratuite e chiedo di non addebitare alcun costo per il sistema operativo ma è a carico dell'utente.

    
risposta data shihab13rocks 08.01.2012 - 09:02
-6

Puoi vendere macchine con Ubuntu preinstallate, ma non sei in grado di caricare i tuoi clienti per il sistema operativo.

    
risposta data Zac Burke 08.01.2012 - 04:06

Leggi altre domande sui tag