Ho bisogno di Intel Smart Response quando installo Ubuntu?

16

Con un sacco di guide e variazioni di installazione su Internet, trovo confuso che è quello che veramente seguire. Normalmente, in Windows 8 la mia installazione dovrebbe installare tutto nell'HDD e utilizzare Intel Smart Response per una configurazione rapida. Comunque, visto che sono nuovo di Linux, non so davvero cosa fare.

La mia configurazione ideale sarebbe qualcosa di simile a questo, ma so per certo che IRST non è disponibile in Linux, quindi quello che intendo fare è mantenere i file del sistema operativo nell'SSD e mantenere il mio file multimediale sull'HDD più grande. Una procedura passo passo sarebbe estremamente utile.

Modifica: voglio un sistema che funzioni esclusivamente su Ubuntu, con l'SSD per accelerare le cose ma impostandolo in modo tale da non accelerare la sua durata.

# /etc/fstab: static file system information. 
#
# Use 'blkid' to print the universally unique identifier for a 
# device; this may be used with UUID= as a more robust way to name devices 
# that works even if disks are added and removed. See fstab(5). 
# 
# <file system> <mount point> <type> <options> <dump> <pass>

# / was on /dev/sda1 during installation 
UUID=80289460-5983-4349-8afc-6f3119938ee9 / ext4 errors=remount-ro 0 1 

# /files was on /dev/sdb5 during installation 
UUID=c1678c88-5100-41bc-8090-7887f1622c7f /files ext4 defaults 0 2 

# swap was on /dev/sdb6 during installation 
UUID=608e3ec2-c76e-4657-af6d-80793b5f50f6 none swap sw 0 0
    
posta Allen 18.04.2013 - 16:45

3 risposte

18

Aggiorna

Ci sono altre alternative, bcache, flashcache, dm-cache, EnhanceIO ecc. che consentono a Ubuntu di utilizzare un SSD piccolo e un HDD di grandi dimensioni in modo simile a Windows. Vedere

Quali sono i vantaggi / svantaggi delle diverse opzioni di cache SSD per HDD (dm-cache, flashcashe ...)? per le differenze tra questi.

Non ho esperienza con questi strumenti. Vedi Come installo e usa flashcache / bcache per memorizzare in cache HDD su SSD? e ArchLinux Wiki su Bcache per ulteriori informazioni su alcuni di questi metodi. Grazie a Fabby per avermi indirizzato a queste risorse.

Risposta originale

Hai ragione. Il modo in cui Windows 8 utilizza un SSD piccolo e un HDD di grandi dimensioni non è disponibile per Ubuntu.

Mantenere il sistema operativo Ubuntu nel SSD e nei media in HHD ha senso. La cartella /home (o partizione) di solito conserva tutti i media, i documenti, per tutti gli utenti. Mantiene anche tutti i file di configurazione specifici dell'utente. Quindi mantenere l'home su SSD accelera le cose mentre i file di configurazione verranno letti velocemente.

Passaggio 1

Disabilita Intel Smart Response in BIOS / UEFI. Disabilitare Avvio protetto e Avvio veloce. Abilita la modalità legacy nel BIOS se disponibile.

Passaggio 2

Avvia da un Live DVD / USB della versione di Ubuntu che vuoi installare e scegli "Prova Ubuntu". Assicurati che tastiera, mouse / trackpad, display, audio, connessioni Internet, webcam e qualsiasi altra cosa tu possa pensare di utilizzare in Ubuntu.

Passaggio 3

Installa Ubuntu nell'SSD. Se non è possibile abilitare Modalità legacy nel BIOS , consulta la documentazione di Ubuntu UEFI su come installare. Per qualcuno nuovo, è più semplice avere una sola partizione con formattazione / ext4 con punto di montaggio / nell'SSD. Se lo desideri, puoi creare una seconda partizione /home nell'SSD, ma ciò non è essenziale.

Quando arrivi al punto in cui devi scegliere dove installare ("Tipo di installazione"),

scegli "Qualcosa di nuovo". Apparirà una nuova schermata che ti permetterà di scegliere dove installare Ubuntu, formattare, creare partizioni, ecc. Segui attentamente il seguente:

  1. Scegli e formatta il disco più piccolo (SSD) come ext4 e il punto di montaggio / per installare Ubuntu
  2. Scegli e formatta il disco più grande (HDD) ext4 per memorizzare solo i file multimediali. Assegnalo come punto di montaggio /bigdrive . In alternativa, assegna il punto di montaggio /mnt/bigdrive o /media/bigdrive . Vedi Perché avere sia / mnt che / media? per ulteriori spiegazioni su questi sostituti . Se si utilizza una delle alternative, modificare i seguenti passaggi di conseguenza.
  3. Crea una partizione di swap alla fine dell'HDD e assegna a formato Swap . Non ha bisogno di alcun punto di mount.
  4. Completa l'installazione e riavvia.

Passaggio 4

Verifica:

  1. Ubuntu si avvia correttamente.
  2. Tutto funziona come hanno fatto quando hai provato Ubuntu dal Live DVD / USB.
  3. Apri Nautilus, il file manager (simile a Windows Explorer) e vai a File System . Verifica la cartella bigdrive esistente. Se non riesci a trovare bigdrive , non viene montato all'avvio. Vedere monta due dischi rigidi all'avvio come risolverlo.
  4. Crea una nuova cartella e un nuovo file per vederti effettivamente scrivi in bigdrive . Elimina questi.

Se non riesci a creare cartelle e file in bigdrive , segui questi passaggi per correggere i permessi di scrittura.

  • Apri il terminale premendo Ctrl + Alt + T e scrivi

    gksudo nautilus

Se questo non funziona, vedi Come inizio Nautilus come root?

  • Immettere la password al prompt.

  • All'interno di Nautilus, vai su File System e trova la cartella bigdrive icona.

  • Fai clic con il pulsante destro del mouse su e seleziona Proprietà .

  • Vai alla scheda Autorizzazioni .

  • Assicurati che Gruppo e Altri possano Creare ed eliminare I file .

Passaggio 5

  1. Sposta le grandi cartelle nella tua cartella /home/$USER in /bigdrive/$USER .Puoi farlo in Nautilus usando "Crea nuova cartella" (per creare la cartella utente), "Taglia" e "Incolla" (per le directory). Diciamo queste cartelle sono:

    ~/bin , ~/Desktop , ~/Documents , ~/Downloads , ~/Music , ~/Pictures , ~/Public , ~/Templates e ~/Videos

  2. Crea collegamenti simbolici. Aprire un terminale premendo Ctrl + Alt + T e digita ogni riga e premi Invio : (sostituisci "$ USER" con il tuo nome utente)

    ln -s /bigdrive/$USER/bin/ bin

    ln -s /bigdrive/$USER/Desktop/ Desktop

    ln -s /bigdrive/$USER/Documents/ Documents

    ln -s /bigdrive/$USER/Downloads/ Downloads

    ln -s /bigdrive/$USER/Music/ Music

    ln -s /bigdrive/$USER/Pictures/ Pictures

    ln -s /bigdrive/$USER/Public/ Public

    ln -s /bigdrive/$USER/Templates/ Templates

    ln -s /bigdrive/$USER/Videos/ Videos

Maggiori dettagli sono disponibili all'indirizzo Installazione di Ubuntu su Samsung 5 (SSD + HDD)

Spero che questo aiuti

    
risposta data user68186 18.04.2013 - 19:06
3

Risposta breve: basta mettere l'intero filesystem, comprese le home directory, sull'SSD, e montare l'HDD da qualche parte facilmente accessibile, per file di grandi dimensioni (film / musica / foto, ecc.).

Vita SSD

In primo luogo, non è necessario preoccuparsi della durata di vita con un SSD moderno. Avrà una durata molto maggiore rispetto a un HDD. Anche se ci scrivi pesantemente, gigabyte o milioni di file al giorno, durerà decenni. Le sue teste non si romperanno e non saranno influenzate da vibrazioni, cambiamenti di temperatura ecc come i dischi rigidi. Il livellamento dell'usura assicura che è possibile scrivere pesantemente per molti anni. (Detto questo, non fare qualcosa di stupido e andare senza backup.)

Quali sono i vantaggi maggiori di un SSD

Per garantire un sistema veloce, le parti più importanti del tuo filesystem sono, nell'ordine:

  • Home directory. Qui è dove vengono archiviate le cache del browser, le cache di miniature, la configurazione del desktop e così via. Questo è molto spesso letto e scritto, quindi dovrebbe essere sull'SSD - infatti questa è la parte più importante del sistema su un SSD.

  • /tmp e /var directory. Questi sono abbastanza frequentemente scritti, ma meno di quanto sopra. Puoi usare tmpfs per /tmp se vuoi, ma li metto entrambi su SSD.

  • /etc e /usr . Questi sono scritti raramente ma spesso letti da, e contribuiranno ad un avvio più veloce, tra le altre cose, se sono sul SSD.

Il mio consiglio

Quello che faccio è semplicemente mettere l'intero filesystem di root su SSD, e montare l'HDD sotto un punto di mount come /drives/BIGDRIVE (puoi usare /mnt/BIGDRIVE se ti piacciono più persone, preferisco usare un non -standard standard come /drives rispetto all'utilizzo di una directory standard come /mnt diversa da quella prevista).

Quindi, faccio un collegamento simbolico alle directory su /drives/BIGDRIVE dalla mia home directory. Ad esempio, /home/myuser/Data è un collegamento simbolico in /drives/BIGDRIVE/Data/myuser e /home/myuser/Media è un collegamento simbolico in /drives/BIGDRIVE/Media . I collegamenti simbolici a una posizione separata mi consentono di modificare in seguito le strutture di directory dei punti di montaggio (ad esempio, se volessi separare media su una nuova unità) mantenendo la stessa struttura di directory nella mia home directory. Io uso maiuscole per il nome del punto di montaggio dell'unità, non chiedermi il motivo.

P.S. Lo faccio su Windows (incluso Windows 8). È ancora superiore avere l'SSD come unità di sistema e montare l'HDD come D: , invece di usare Intel Smart Response o simili.

    
risposta data thomasrutter 22.04.2013 - 03:25
2
  

IRST non è disponibile in Linux

Ci sono alternative come bcache. Vedi Come faccio a installare e utilizzare flashcache / bcache per memorizzare in cache l'HDD su SSD?

    
risposta data Gabriel 01.09.2013 - 18:40

Leggi altre domande sui tag