È più sicuro installare due SO su dischi rigidi diversi o solo su partizioni diverse? [chiuso]

15

Se installo dual boot sia Ubuntu che Windows, è più sicuro installarli su due dischi diversi rispetto a partizioni diverse sullo stesso disco rigido?

Quali rischi possono essere coinvolti? Ad esempio, un sistema operativo non riconosce i file di un altro sistema operativo. Un sistema operativo cancella accidentalmente l'altro sistema operativo da alcune operazioni di sistema?

    
posta Tim 23.02.2015 - 14:28

6 risposte

15

In generale, dovrebbero lasciarsi l'un l'altro da soli. Se esegui l'installazione correttamente (prima Windows, poi Linux, di regola, perché Linux è più "premuroso"). Per quanto ne so, non vi è alcun rischio aggiuntivo coinvolto nella condivisione di un disco.

Detto questo, ecco alcuni trucchi da tenere d'occhio.

  1. Windows non sarà in grado di vedere il contenuto della tua unità o partizione Linux, a meno che tu non installi software aggiuntivo. ext4fsd funziona per me.

  2. Partizioni di archiviazione condivise. Se esiste una partizione che entrambi i sistemi operativi possono vedere nativamente , ovvero FAT32 o NTFS , quindi ci possono essere problemi con la perdita di dati. Se Windows entra in modalità di sospensione e un altro sistema operativo apporta modifiche alla partizione condivisa, Windows tende a annullare le modifiche quando viene ripristinato. Consiglio l'archiviazione esterna o la disattivazione della sospensione su Windows o entrambi.

  3. UEFI . Questo è nuovo con Windows 8. Esistono due tipi di interfaccia firmware, BIOS (precedente) e UEFI (più recente). Entrambi i sistemi operativi devono essere installati utilizzando lo stesso. Puoi trovare una spiegazione molto più approfondita qui .

risposta data cassm 23.02.2015 - 14:51
11

È più sicuro usare 2 dischi rigidi.

  1. durante la formattazione è più facile riconoscere i diversi dischi rigidi. 1 sarà chiamato sda e l'altro sdb. Anche se il programma di installazione mette i nomi accanto alle partizioni avviabili, aiuta a trovare altre partizioni che appartengono a quel sistema operativo specifico (come una D: l'unità sarà sda2 su sda dove sda1 è il sistema operativo per Windows o db2 è una partizione per sdb dove sdb1 è la radice di Ubuntu).

  2. errore del disco rigido. Se si guasta un'unità, la si estrae e si avvia ancora nell'altro SO (forse con l'aiuto del ripristino di GRUB).

Io stesso però installerei le partizioni avviabili (cioè il sistema operativo (C: e /)) sul disco rigido più veloce e inserisco i miei dati nell'altra unità.

Ma ... i backup e la possibilità di ripristinarli è più importante. La cosa migliore da fare è fare backup regolari dei tuoi dati importanti. Se lo fai, avrai solo problemi minori.

    
risposta data Rinzwind 23.02.2015 - 14:46
11

Risposta breve:

Non ha alcuna importanza.

Risposta dettagliata:

Non c'è assolutamente alcun rischio nel mantenere due sistemi operativi sullo stesso dispositivo disco. Puoi fare un pasticcio con un'altra partizione di sistema finché il dispositivo disco con quella partizione è accessibile, mettendolo su un dispositivo fisico separato non lo rende più sicuro (né meno sicuro) in alcun modo.

    
risposta data user280493 23.02.2015 - 14:42
2

Se hai due dischi rigidi, l'installazione di Windows su uno e su Ubuntu (o qualsiasi altro sistema operativo) sull'altro è la più comoda.

  1. i PC più moderni di Windows sono dotati di tre partizioni già installate: una partizione di ripristino, la partizione "Riservata di sistema" e infine la partizione primaria di Windows. Se sono definite solo 3 partizioni primarie, crea una partizione estesa e installa Ubuntu lì.

  2. Supponendo che Windows consumi l'intero primo disco rigido, è necessario ridimensionare le partizioni di Windows.

  3. C'è un senso di sicurezza quando si installa il secondo sistema operativo su un disco rigido separato. Con due dischi rigidi, puoi semplicemente estrarre il primario (nel caso di un laptop) o scollegare l'alimentazione (per un desktop). Ora sai che non intendi alterare accidentalmente il tuo sistema operativo principale mentre installi l'altro. Per i veri paranoici, puoi fare lo stesso quando esegui l'aggiornamento a versioni più recenti.

es. La mia macchina supporta quattro dischi rigidi; quindi eseguo Windows 7 sul primario e Ubuntu sul secondo. Anziché utilizzare il caricatore di avvio Linux per selezionare il mio sistema operativo, è sufficiente utilizzare la schermata di avvio del BIOS per scegliere di avviare dal primo o secondo disco rigido. Se premo il pulsante di accensione e me ne vado, viene avviato automaticamente dal disco principale.

Ubuntu sarà felice di montare le partizioni Windows in modo da poter accedere ai tuoi file.

Un'altra opzione da considerare è l'uso di una macchina virtuale. Uso VMware sulla mia partizione Windows L'unica avvertenza è che hai bisogno di abbastanza memoria e potenza della CPU per far funzionare entrambi i SO contemporaneamente.

Un commento sulla ridondanza - se si prevede di impostare qualsiasi tipo di ridondanza del disco (mirroring o striping RAID-5) è necessario disporre di dischi rigidi vicini alla stessa dimensione per evitare sprechi di spazio (il sistema utilizzerà la dimensione della più piccola unità). Un approccio hardware è molto più affidabile e offre prestazioni migliori rispetto a una semplice soluzione basata su software. DEVE eseguire il backup di tutti i dati che non vuoi perdere!

    
risposta data MathematicaUser71 24.02.2015 - 05:20
1

Da un punto di vista rigoroso del sistema, è esattamente lo stesso ... a condizione di configurare correttamente le partizioni. Le partizioni configurate correttamente sono perfettamente sicure da utilizzare e non si cancellerà mai inavvertitamente la data in una partizione mentre si lavora su un'altra partizione, che si trovi nello stesso OS o meno.

Se li configuri a mano hackerando il Master Boot Record con strumenti di basso livello ... dipende dalla tua competenza con tali strumenti! Ma se usi strumenti di alto livello per ridimensionare le partizioni e creare successivamente, non dovresti metterti nei guai.

Come hai chiesto un modo più sicuro, il mio consiglio sarebbe quello di dividere entrambi i dischi con una partizione Windows e una (o più) Ubuntu su ciascuna. In questo modo, è possibile duplicare facilmente i dati sensibili su un secondo disco per qualsiasi sistema operativo. Potresti anche creare un mirror RAID-1 per la tua (o una delle tue) partizioni di Ubuntu. Ma devo ammettere che è una configurazione piuttosto avanzata se non puoi permetterti (o non vuoi) di duplicare tutto.

    
risposta data Serge Ballesta 23.02.2015 - 16:28
1

Sarebbe statisticamente meno sicuro da installare su due dischi separati. Se si guasta un'unità, si perde metà dei dati. Viceversa, l'installazione di entrambi i sistemi operativi su un'unità e la conservazione della seconda unità (ipotetica?) Come unità di backup potrebbero fornire una forma di ridondanza in caso di guasto di un'unità.

Per quanto riguarda il tuo sistema, non importa se partiziona una sola unità due volte e installa entrambi i sistemi operativi lì o installa su due unità separate.

Installa entrambi correttamente e non c'è pericolo che un SO salvi l'altro. Probabilmente dovrai concedere l'accesso da ciascun sistema operativo all'altro se desideri condividere file tra sistemi.

    
risposta data minus8 23.02.2015 - 19:48

Leggi altre domande sui tag