Come eseguire il backup dell'intero sistema?

66

Se voglio fare un backup del mio intero sistema operativo (incluso ma non solo la mia home directory), come faccio a fare questo?

È semplice eseguire il backup di tutto in / e poi, se si verifica un arresto anomalo, è sufficiente copiare nuovamente i file?
Sarà questa copertura grub, e come faccio a farlo quando il sistema è inutilizzabile?

    
posta Will 16.10.2010 - 23:58

15 risposte

68

File

Fai riferimento a questo howto: link

In termini semplici, il comando di backup è: sudo tar czf /backup.tar.gz --exclude=/backup.tar.gz--exclude=/dev --exclude=/mnt --exclude=/proc --exclude=/sys --exclude=/tmp --exclude=/lost+found / . Aggiungi più --exclude= parametri se necessario.

Creerà un archivio di tutti i tuoi file in /backup.tar.gz , che potrai quindi copiare su un altro computer / unità e ripristinare i tuoi file se l'installazione diventa a forma di pera. Puoi farlo da un LiveCD, montando il sistema "cattivo" sotto /media o /mnt ed eseguendo tar xf /path/to/drive/with/backup.tar.gz -C /mnt (sostituto per il percorso effettivo del sistema "cattivo").

GRUB

Questo non riguarderà GRUB, tuttavia puoi facilmente reinstallarlo seguendo questo guida qui . Devi solo eseguire passaggi Tre e Quattro .

    
risposta data evgeny 17.10.2010 - 00:13
13

Nessuno ha notato clonezilla . Crea un'immagine completa del tuo disco rigido, quindi esegue il backup di assolutamente tutto . È facile come masterizzare iso o creare un'unità flash avviabile.

Il backup effettivo richiede un po 'di tempo, ma è il più affidabile.

    
risposta data mreq 17.05.2013 - 18:35
7

Puoi utilizzare Remastersys per creare un'immagine CD / DVD live avviabile. Questo si installerà come un normale CD di Ubuntu.

Per installare Remastersys, devi prima aggiungere un repository:

deb http://www.geekconnection.org/remastersys/repository karmic/

Puoi quindi installarlo dal Software Center come al solito.

Una volta installato, usalo per fare un backup dist. Ciò significa che i dati dell'utente saranno esclusi dall'immagine ISO.

Questo è spesso usato per creare distribuzioni personalizzate ma è comunque utile per l'attività di backup che hai in mente. Un avvertimento è che potrebbe non riuscire se il contenuto di / (meno i dati utente in /home ) occupano troppa memoria perché il formato di file ISO può contenere solo dati di ~ 4 GB. Remastersys usa un file system chiamato squashfs per comprimere i tuoi dati, quindi dovresti stare bene con un massimo di ~ 8GB.

    
risposta data dv3500ea 17.10.2010 - 00:31
7

Per clonare il sistema su un altro sistema. O fare un backup. Nel tipo di terminale:

dpkg --get-selections | grep -v deinstall > ubuntu-files

Questo comando crea un elenco di tutti i pacchetti installati nel sistema (e lo memorizza nella directory di lavoro attuale). Esegui il backup di questo file in hdd, email, ecc ... (questo file è molto piccolo).

Nel sistema ubuntu appena installato esegui:

sudo dpkg --set-selections <./ubuntu-files (will set it up and)

apt-get -y update
apt-get dselect-upgrade

Questo installerà solo i pacchetti che hai installato (con apt-get ) nel vecchio sistema.

                                    (OR)

Puoi eseguire il backup di tutti i pacchetti .deb da /var/cache/apt/archives/ e installarli manualmente utilizzando:

dpkg -i *.deb

E dopo questo esegui un ciclo di aggiornamento più tardi.

    
risposta data Newbi 20.11.2011 - 20:47
6

Prova Remastersys .
Con quel programma puoi fare liveCD (proprio come il file iso di installazione di Ubuntu) del tuo sistema con la possibilità di installarlo sul disco rigido. Funziona in modo semplice (se sai come masterizzare iso su USB / CD / DVD).
Funziona perfettamente con i miei 11.10 e 11.04 e anche quelli più vecchi.

Installazione:
modifica file /etc/apt/sources.list
aggiungi: # Remastersys
deb http://www.geekconnection.org/remastersys/repository karmic/ e salva
Quindi esegui nel terminale:
sudo apt-get update
sudo apt-get install remastersys

    
risposta data foxy 19.11.2011 - 14:21
5

Ecco una soluzione che utilizzo con SquashFS. È abbastanza simile alla soluzione TAR.GZ proposta in precedenza, ma ha alcuni importanti vantaggi.

SquashFS è un file system compresso, che è completamente archiviato in un unico file. Questo file può essere montato su un sistema esistente e acceduto in modo normale, come qualsiasi altra partizione. La differenza con TAR.GZ è che SquashFS è un file system in piena regola con accesso casuale ai file, mentre TAR è solo un grande file concatenato.

Ciò significa che se si desidera montare un backup di grandi dimensioni dell'intero file system, per TAR.GZ ci vorranno 5 ore (nella mia esperienza) e per SquashFS ci vorranno solo pochi minuti / secondi. Lo stesso vale anche per l'operazione di compressione / backup, SquashFS è molto più veloce.

UPDATE 2017-01-31 : Sembra che non solo puoi montare il file squashfs, ma anche aprirlo come un normale archivio con app familiari come File Roller su Linux e 7-Zip su Windows, ecc.

Quindi ecco un comando che uso per eseguire il backup della mia cartella principale:

sudo mksquashfs / /path/to/backup/hdd/root-backup.sqsh -e home media dev run mnt proc sys tmp

dove l'opzione "-e" esclude le cartelle che si desidera escludere (come le cartelle Linux virtuali ed esterne nel mio esempio).

Una volta completato il backup, ora posso montarlo:

sudo mkdir /mnt/root_backup
sudo mount /path/to/backup/hdd/root-backup.sqsh /mnt/root_backup -t squashfs -o loop

Ora aspetta solo qualche minuto (dipende dalla dimensione dell'archivio) e goditi tutti i tuoi file nella cartella / mnt / root_backup.

Lo stesso può essere fatto per la cartella / home / myname, ad es.

sudo mksquashfs /home/myname /path/to/backup/hdd/home-backup.sqsh -e Dropbox GoogleDrive

Escludo Dropbox e GoogleDrive qui per evitare potenziali problemi in futuro, nel caso in cui ripristini tali cartelle dal backup e diventino problemi con i file effettivi nel cloud.

Verifica maggiori informazioni sul link

    
risposta data Alexey Frishman 07.12.2016 - 00:57
4

Possiamo anche fare il backup del sistema con rsync & amp; escludi file e amp; cartelle che non vogliamo. Ecco il seguente comando per fare questo:

#rsync -aAXv --exclude={"/dev/*","/proc/*","/sys/*","/tmp/*","/run/*","/mnt/*","/media/*","/lost+found"} /* /path/to/backup/folder

Utilizzando l'insieme di opzioni -aAX , i file vengono trasferiti in modalità archivio, assicurando che collegamenti simbolici, dispositivi, autorizzazioni e proprietà, tempi di modifica, ACL e attributi estesi siano conservati

L'opzione --exclude causerà l'esclusione di file che corrispondono ai pattern indicati.

REFERENCE: Backup del sistema completo con rsync

    
risposta data d a i s y 24.12.2015 - 09:21
2

Ecco un buon tutorial che utilizza PartImage .

    
risposta data Isaiah 17.10.2010 - 00:14
1

vai a Ubuntu Software Center trova Déjà Dup backup manger installalo '' eseguilo e dai un percorso dove eseguire il backup dei tuoi dati selezionare i file per il backup fai un backup

in seguito puoi scegliere il backup assegnando la posizione del tuo disco rigido esterno buona fortuna fonte [Https://launchpad.net/deja-dup]

    
risposta data paru38 19.11.2011 - 13:25
1

TimeShift.

TimeShift protegge il sistema prendendo a intervalli regolari istantanee incrementali del file system. Queste istantanee possono essere ripristinate in un secondo momento per portare il sistema nello stato esatto in cui si trovava al momento in cui è stata scattata l'istantanea.

Apri il terminale ed esegui il seguente comando

sudo apt-add-repository -y ppa:teejee2008/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install timeshift

Immagini

    
risposta data m3asmi 27.06.2016 - 15:02
0

Crashplan eseguirà il backup di tutti i tuoi file e dati di sistema e ti consentirà di recuperarli, sia sul tuo attuale PC o ti consente di adottarlo in un'altra installazione.

È possibile eseguire il backup sul proprio sistema online, su un altro computer o su qualsiasi disco rigido collegato.

    
risposta data Mark Rooney 19.11.2011 - 13:56
0

Se il tuo hard-disk su cui Ubuntu è installato non è troppo grande, puoi provare a fare il boot da un cd live (qualsiasi distro linux lo farà) ed eseguire:

    dd if=/dev/sda of=/path/to/external/hardisk/mybackupfile

Questo fa un backup dell'intero hard-disk, non solo di Ubuntu, e farà anche tutti i byte vuoti, ma è l'unica soluzione che riesco a pensare. Per ripristinare il backup, utilizzare:

  dd if=/path/to/external/harddisk/mybackupfile of=/dev/sda
    
risposta data Hippo 19.11.2011 - 14:29
0

Ti ho trovato un modo dettagliato e recente su come usare Clonezilla. Clonezilla ti consente di creare un'immagine del tuo sistema completo, comprese tutte le partizioni del disco rigido ecc. E successivamente di ripristinarla.

Il tutorial è disponibile in link

    
risposta data lpanebr 20.11.2011 - 19:42
0

Puoi usare strumenti come Bacula Community o Bacula Enterprise . La differenza tra loro è che la versione della comunità non supporta i ripristini bare metal quando non è necessario reinstallare il sistema e semplicemente ripristinarlo dopo il crash principale.

    
risposta data Andrew Yunisov 19.04.2018 - 12:14
-2

Uso un programma chiamato Back In Time simile alla Time Machine di Apple.

È facile dirgli dove vuoi che vengano eseguiti i backup e con quale frequenza eseguire il backup.

Back In Time è nei repository di Ubuntu.

    
risposta data gamerchick02 17.10.2010 - 01:17

Leggi altre domande sui tag