Posso salvare una copia dello stack LAMP localmente?

1

C'è un modo per scaricare LAMP e salvarlo sull'HDD quindi la prossima volta se installo un Ubuntu più recente non devo scaricarlo di nuovo?
Sono appena passato a Ubuntu oggi, c'è comunque per salvare l'EXE come lo facciamo in Windows?

L'errore:

Reading package lists... Done
Building dependency tree... 50%
Building dependency tree       
Reading state information... Done
Package gstreamer0.10-plugins-ugly is not available, but is referred to by another package.
This may mean that the package is missing, has been obsoleted, or
is only available from another source

E: Package 'gstreamer0.10-plugins-ugly' has no installation candidate
sou@ubuntu:~$ 
sou@ubuntu:~$ sudo apt-get install apache2 mysql-server php5
Reading package lists... Done
Building dependency tree       
Reading state information... Done
Package apache2 is not available, but is referred to by another package.
This may mean that the package is missing, has been obsoleted, or
is only available from another source

Package mysql-server is not available, but is referred to by another package.
This may mean that the package is missing, has been obsoleted, or
is only available from another source

Package php5 is not available, but is referred to by another package.
This may mean that the package is missing, has been obsoleted, or
is only available from another source

E: Package 'apache2' has no installation candidate
E: Package 'mysql-server' has no installation candidate
E: Package 'php5' has no installation candidate
    
posta Sourav 02.07.2011 - 14:29
fonte

2 risposte

5

Puoi installare i pacchetti per uno stack LAMP (la parte L inusuale è Ubuntu; gli altri pacchetti necessari sono A pache, M ySQL e P HP). Poiché stai utilizzando uno stack AMP L , dovresti acquisire familiarità con l'utilizzo di una console dal la maggior parte dei server non ha una GUI per l'amministrazione. Quindi, per installare i pacchetti Apache, MySQL e PHP, esegui:

sudo apt-get install apache2 mysql-server php5

Il webroot è memorizzato in /var/www di default, se stai facendo una nuova installazione, crea una partizione separata per /var/www (scegli il partizionamento personalizzato per ottenere l'opzione per esso). I database MySQL sono memorizzati in /var/lib/mysql , è possibile creare una partizione separata per esso nello stesso modo in cui lo hai fatto per Apache.

I file di configurazione sono inseriti in /etc/ , quindi esegui il backup di questi:

  • Apache (modulo config, vhost, ...): /etc/apache2/
  • MySQL (impostazioni del server e password di amministrazione per MySQL): /etc/mysql/
  • PHP (file php.ini): /etc/php5/

Con questi file puoi configurare uno stack LAMP identico dopo una re-installazione.

Un singolo comando per creare un backup denominato "lamp-backup.tar.gz" dei file di configurazione, webroot e un database:

sudo tar cf lamp-backup.tar.gz /etc/{apache2,mysql,php5} /var/www /var/lib/mysql

Per ottenere i risultati migliori, interrompi il database prima di creare il backup eseguendo sudo stop mysql . Dopo il backup, il database può essere riavviato eseguendo sudo start mysql .

Per ripristinare il backup precedentemente creato (su una nuova installazione), esegui:

sudo tar xf lamp-backup.tar.gz -C /

Non dimenticare di installare anche i pacchetti.

    
risposta data Lekensteyn 02.07.2011 - 14:55
fonte
2

Ubuntu usa i pacchetti invece dei file .exe per i programmi. I pacchetti sono sotto forma di file .deb e vengono scaricati automaticamente quando si installa il software tramite il software center o apt-get.

Quando hai installato il software LAMP, probabilmente hai scaricato più file .deb, uno per ogni programma e libreria che non era già installato. Quindi c'è probabilmente uno per Apache, alcuni per PHP e la sua integrazione in Apache, e alcuni per MySQL. Normalmente, potrebbe essere un compito ingrato raccogliere tutte queste cose su Windows. La ragione dell'archivio dei pacchetti di Ubuntu è di tenere traccia di tutte queste cose e assicurarsi che (1) quando si installa qualcosa, sia installato anche tutto ciò che è necessario; e (2) non hai più copie delle stesse cose installate, e (3) tutto viene aggiornato quando c'è un aggiornamento.

Ora, quando il sistema di pacchetti di Ubuntu scarica un pacchetto da installare, memorizza nella cache una copia in / var / cache / apt / archives. Puoi guardare lì e copiare i pacchetti che vuoi salvare su un disco diverso, se lo desideri. È inoltre possibile inserire i file del pacchetto in / var / cache / apt / archives in una nuova installazione * e quando si installa il software utilizzando software center, synaptic o apt-get, il pacchetto verrà utilizzato se è l'ultima versione disponibile. Dovrei sottolineare che a causa di questo caching, se stai reinstallando apache nella stessa installazione di Ubuntu, i pacchetti non saranno scaricati di nuovo; la versione cache verrà utilizzata senza che tu debba eseguire alcuna copia.

A proposito, puoi passare a una nuova versione di Ubuntu senza reinstallare. Il sistema di gestione dei pacchetti viene nuovamente in soccorso. Ubuntu è costituito da pacchetti. Quindi, quando decidi di accedere a una nuova versione di Ubuntu, il sistema di pacchetti scarica le versioni più recenti dei pacchetti che compongono il sistema e sostituisce la vecchia versione con le nuove versioni. Ciò lascia intatte tutte le tue impostazioni e i tuoi file utente.

* Per eseguire questa operazione è necessario disporre dei privilegi dell'utente root (equivalente all'utente di Windows). Puoi aprire una finestra di Nautilus (equivalente a Windows Explorer) con i privilegi di root premendo Alt F2 e inserendo gksudo nautilus , quindi premendo run e inserendo la tua password.

    
risposta data Azendale 03.07.2011 - 01:05
fonte